rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Umbria, beccato in casa con 17 chili di cocaina e 72mila euro in contanti: spacciatori dalla Toscana per rifornirsi

La droga immessa sul mercato avrebbe fruttato quasi un milione e mezzo di euro. Denunciato un connazionale per concorso nell'attività di spaccio

I carabinieri della compagnia di Foligno hanno arrestato un cittadino albanese trovato in possesso di 17 chili di cocaina. I militari sono arrivati all'uomo grazie alle indagini svolte dai colleghi della Compagnia di Arezzo.

I militari toscani hanno monitorato per quasi un anno una serie di personaggi italiani e stranieri, tra spacciatori di piazza e clienti, che avevano frequenti contatti con soggetti di fuori regione per l'acquisto della droga. Da appostamenti e accertamenti gli inquirenti hanno ipotizzato che in Umbria ci fosse un deposito di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente, fino ad arrivare all'emissione di un decreto di perquisizione locale e personale nei confronti di due uomini. Alle prime luci di ieri, i militari di Arezzo e Foligno hanno arrestato un cittadino di origine albanese perché nella sua disponibilità deteneva 17 panetti di cocaina, ciascuno del peso di un chilogrammo.

Dopo l’ispezione negativa in un'abitazione e il rinvenimento di 12mila euro in un'altra casa, i carabinieri hanno controllato l'autovettura di uno dei due indagati, scoprendo un nascondiglio per il trasporto della droga. Perquisendo il garage in uso ad uno dei due indagati sono stati trovati alcuni sacchi riposti in uno scaffale con i 17 chilogrammi di cocaina e 60mila euro in contanti. Lo stupefacente, al dettaglio, avrebbe potuto fruttare oltre un milione e 300mila euro una volta immesso sulle piazze di spaccio.

L’altro soggetto, un connazionale con precedenti di polizia, è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, beccato in casa con 17 chili di cocaina e 72mila euro in contanti: spacciatori dalla Toscana per rifornirsi

TerniToday è in caricamento