rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Notizie dall'Umbria

Umbria, polemica ed esposti per bambini lasciati a piedi: due casi, ipotesi di abbandono di minori

Il bimbo lasciato a piedi dallo scuolabus non era solo, a rimanere a terra con lui anche un compagno di classe. E anche per questo secondo bimbo i genitori stanno valutando con un legale le azioni da intraprendere. L’episodio di abbandono, in una scuola della provincia di Perugia, è avvenuto il 29 ottobre scorso, quando la nonna del primo bambino si è presentata nel piazzale della scuola per prendere il nipotino e non lo ha trovato.

Scatta subito il folle giro di telefonate alla figlia e questa alla maestra, poi ad una mamma della stessa classe. Fino al lieto fine, con la zia di un compagno di scuola che ha preso i due bimbi rimasti nel piazzale della succursale e li ha accompagnati a casa. La madre del primo bambino, assistita dagli avvocati Daniela Casaccia e Giuseppe De Lio, ha subito sporto denuncia per abbandono di minore nei confronti dell’accompagnatrice del servizio di scuolabus per non aver controllato la lista di tutti i passeggeri e di aver dato il via libera all’autista.

Il 3 novembre, però, sarebbe avvenuto un altro episodio molto grave: l’accompagnatrice avrebbe strattonato e fatto salire a forza sul bus i due bambini, rimproverandoli aspramente (e minacciandoli: “Tanto te la faccio pagare”), accusando i due ragazzini, siamo in quarta elementare, di non essere saliti sullo scuolabus di loro volontà, forse per fare uno scherzo. Il bambino avrebbe poi raccontato tutto alla madre, costringendola ad una integrazione di querela, depositata ieri, per denunciare l’aggressione. Anche i genitori del secondo bambino protagonista della vicenda si sono rivolti ad un legale per valutare la situazione ed eventualmente presentare querela per abbandono di minore e maltrattamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, polemica ed esposti per bambini lasciati a piedi: due casi, ipotesi di abbandono di minori

TerniToday è in caricamento