rotate-mobile
Politica

Sanità, la proposta: “Fondere Santa Maria e Usl Umbria 2, a Cammartana l’ospedale unico Terni-Narni”

Il progetto di Stefano Biagioli, candidato sindaco del centrosinistra per il Comune di Orvieto: “E sulla rupe una grande struttura sanitaria interregionale a servizio dell’area che va da Roma a Firenze”

Stefano Biagioli, candidato sindaco del centrosinistra al Comune di Orvieto, porterà all’incontro organizzato da Federsanità Anci Umbria a Perugia i prossimi 11 e 12 aprile una proposta di legge “sulla falsariga del buon governo sanitario dell’Emilia Romagna per la fusione dell’azienda ospedaliera di Terni nella Usl Umbria 2”, che si impegna poi a rappresentare al consiglio comunale di Orvieto.

“Si tratta — afferma Biagioli - di uno strumento legislativo in grado di consentire una reale integrazione tra territorio e azienda ospedaliera, oggi di fatto chiusi in specifici perimetri organizzativi, tra di loro in evidente difficoltà comunicativa, con conseguenti ritardi e disservizi a danno dell’utenza. Immaginare un’unica Usl, significa assoggettare a medesimo governo il complesso sistema sanitario che oggi si rappresenta in più punti di gestione spesso confliggenti tra di loro”.

“Una direzione unificata – aggiunge Biagioli - consentirà invece scelte razionali e funzionali, come l’individuazione a Cammartana di Narni di un unico ospedale di Terni e Narni, con miglioramento logistico, organizzativo e funzionale delle alte specialità già presenti e, per Orvieto, il superamento di una spedalità marginale e residuale come quella corrente a favore di una ipotesi di un dipartimento di emergenza e urgenza di secondo livello, ovvero di un grande ospedale non solo servente l’area orvietana e ternana, ma anche quella dell’Italia mediana e interregionale, da Roma a Firenze, nonché la gestione coerente delle diverse case e ospedali di comunità così come pure consentite ed individuate dalla legislazione regionale e finanziate con fondi del Pnrr”.

“La proposta – conclude Biagioli - può trovare seguito anche in anticipazione del piano sanitario regionale con una lettura non più circoscritta alle pure fondate doglianze per ritardi e disservizi correnti, ma in grado di guardare al miglioramento del servizio sanitario attraverso una modalità prospettica e alternativa alla stagnante immobilità della corrente giunta regionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la proposta: “Fondere Santa Maria e Usl Umbria 2, a Cammartana l’ospedale unico Terni-Narni”

TerniToday è in caricamento