Giovedì, 28 Ottobre 2021
Scuola

L’Università ai tempi del virus: esami e tesi di laurea si fanno on line, ecco il regolamento

Il rettore Oliviero scrive a docenti e studenti dell’Ateneo umbro: mi appello alla vostra responsabilità. Così funzioneranno le “sedute a distanza”

Emanato il regolamento di Ateneo con cui l’Università degli studi di Perugia disciplina in via temporanea le modalità di svolgimento in telematica degli esami di profitto e delle sedute di laurea.

“Siamo perfettamente consapevoli che tali modalità rappresentano una novità assoluta e un ulteriore sforzo collettivo – ha scritto il rettore, Maurizio Oliviero, in una lettere indirizzata a docenti e studenti - nell’affrontare, nel miglior modo possibile, questa fase straordinaria. Ancora una volta mi appello alla responsabilità, alla collaborazione e alla comprensione fin qui dimostrate e delle quali vi ringrazio”.

Il regolamento spiega che “lo svolgimento delle sedute a distanza delle prove finali di laurea e degli esami di profitto è assicurato mediante strumenti di connessione telematica audio-video che consentono l’identificazione del candidato, lo svolgimento dell’esame o della prova in forma pubblica, il corretto svolgimento in forma orale dell’esame o della prova, gli adempimenti per la formalizzazione della seduta. Il sistema di connessione telematica audio-video assicura il contatto audiovisivo tra il candidato e la Commissione per l’intera durata dell’esame di profitto o della prova finale di laurea nonché durante la comunicazione o proclamazione del relativo risultato finale”.

Sarà cura del candidato predisporre “dalla propria collocazione remota e con propri mezzi, adeguato supporto informatico atto a consentire la connessione audio-video con la Commissione di laurea verificando con congruo anticipo la funzionalità del proprio apparato informatico”. Per tutta la durata della sessione il candidato dovrà essere munito “della ordinaria tessera di riconoscimento rilasciata dall’Ateneo o di altro documento di riconoscimento in corso di validità”. Nel caso in cui, inoltre, “ai fini della prova finale di laurea, si renda necessaria la proiezione e/o la riproduzione di testi, immagini, grafici, audio, video o simili, il candidato, almeno sette giorni antecedenti alla data della seduta, dovrà trasmettere copia dei predetti materiali, nello stesso formato informatico destinato ad essere utilizzato nel corso della seduta, al docente relatore ed al presidente della commissione. Entro lo stesso termine di sette giorni, il candidato dovrà verificare l’idoneità del sistema informatico impiegato per lo svolgimento della seduta ai fini della proiezione e/o riproduzione dei predetti materiali”.

Almeno 30 minuti prima dell’orario previsto per l’inizio della seduta dovrà essere stabilita “la connessione audio-video con l’apparato informatico a disposizione del presidente della commissione di laurea. Nel caso in cui l’apparato informatico del candidato non risulti disponibile alla connessione, il presidente della Commissione dispone la sospensione della sola prova finale di laurea del predetto candidato e procede con la prova finale del candidato successivo. Nel caso in cui in cui l’apparato informatico del candidato la cui prova finale sia stata sospesa in base a quanto previsto dal comma precedente non consenta di ripristinare la connessione audio-video entro un’ora dal termine della prova finale dell’ultimo candidato previsto per la seduta di laurea, la seduta di viene sospesa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Università ai tempi del virus: esami e tesi di laurea si fanno on line, ecco il regolamento

TerniToday è in caricamento