Attualità

Alluvione nell'amerino, arrivano i soldi della regione per risarcire parte dei danni

Con una delibera di giunta la regione assegna 500mila euro di fondi ristorativi a quattro comuni dell'amerino per risarcire i danni dell'alluvione dell'8 e 9 giugno 2020

Uno degli utlimi atti della giunta regionale del 2020 è stato lo sblocco, con apposita delibera, di 500mila euro di fondi, che andranno a confluire nei bilancio di quattro comuni dell'amerino, per risarcire i danni provocati dall'alluvione che ha colpito il territorio l'8 e il 9 giugno 2020.

I fondi raggiungerano i comuni di Acquasparta per un totale di 95.270,61 euro, Amelia per 65.000 euro, Avigliano Umbro per 223.080,84, Montecastrilli per 116.648,55 euro. 

Secondo alcuni amministratori, si tratterebbe solo di un piccolo e simbolico contributo che andrà a ristorare una minima parte dei danni incalcolabili subiti, soprattutto da numerose attività economiche, commerciali, artigianali e agricole, ma anche sa semplici cittadini che hanno fatto i conti con l'alluvione fin dentro casa. 

Danni ingenti anche per le infrastrutture stradali di pertinenza comunale e provinciale con il cedimento, inoltre, di alcune mura portanti del centro storico e di Pian dell'Ara ad Avigliano Umbro e che avrebbero bisogno di un ulteriore gettito di fondi per la loro ristrutturazione. 

"Siamo felici per l'arrivo della prima tranche dei risarcimenti per l'alluvione dell'8 Giugno - scrive il capogruppo di minoranza del comune di Avigliano Umbro, Daniele Marcelli - e per questo ringraziamo la regione Umbria e l'assessore Enrico Melasecche per un primo risultato non scontato".

Secondo Marcelli i fondi "non sono pochi ma non bastano. Serviranno altri fondi per danni pubblici,strade e risarcimenti a privati appena possibile ed una giusta ridistribuzione. Sono felice per la comunità di Castel dell'Aquila che ha ottenuto un finanziamento importante circa 110.000 euro per la ricostruzione del campo sportivo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione nell'amerino, arrivano i soldi della regione per risarcire parte dei danni

TerniToday è in caricamento