Viadotto di Montoro, caos viabilità. La proposta di De Rebotti: “Impedire l’acceso ai mezzi pesanti non del territorio"

Il sindaco di Narni ha fatto il punto della situazione in vista della riunione di domani: “In questo modo alleggeriamo il traffico e si può gestire la situazione in modo immediato”

foto di repertorio

Secondo giorno di disagi nel narnese, a causa della chiusura del viadotto di Montoro. Il primo cittadino di Narni Francesco De Rebotti, mediante un video messaggio diffuso sui propri canali facebook, ha comunicato ai cittadini le proposte da sottoporre al Comitato Operativo della Viabilità: "Siamo nella fase emergenziale. Domani ci sarà una riunione. In questi mesi occorre stabilizzare un progetto sulla viabilità alternativa.

Il progetto si compone di un primo provvedimento che deve riguardare i mezzi pesanti. Al netto di coloro i quali lavorano ed insistono sul nostro territorio, va impedito di entrare ai restanti. Come fare? Impegnare autostrade Spa che deve segnalare ai caselli di Orte e Magliano di non far uscire i camion in direzione superstrada, eccezion fatta di quelli che riguardano le aziende del territorio. In tal senso faccio riferimento a quelli che arrivano da sud e vanno indirizzati verso Orvieto, Todi e Bettolle.

Da nord invece provengono dalla superstrada e vanno intercettati all’altezza dello svincolo Terni-Orte. La mia proposta prevede di farli proseguire verso Rieti per poi continuare su un pezzo di Salaria e ricongiungersi sull’autostrada all’altezza di Fiano Romano”. Il sindaco De Rebotti aggiunge: “Non bastano dei segnali: servono dei presidi fissi. Ad oggi sono stati fatti ad Orte e dovranno essere estesi a Magliano Sabina. Per le macchine occorre una gestione di distribuzione più ampia, individuando delle traiettorie.

Se fossimo in grado di liberarci dei mezzi pesanti potremmo gestire le corsie dirottando le auto verso le diverse destinazioni dell’Umbria. Ho anche chiesto di intervenire sulla sicurezza stradale. Abbiamo condiviso degli interventi immediati perché sta transitando un volume di traffico più ampio rispetto al consueto. Stiamo subendo questa situazione. I mezzi pesanti sono pericolosi – afferma il sindaco - non conoscono queste zone e camminano ad una velocità importante. Ringrazio la prefettura e la questura di Terni, l’amministratore delegato di Anas per la disponibilità e tutti coloro i quali si stanno occupando di questa vicenda.”

IL CAOS DI STAMATTINA A NARNI 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento