menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pendolari, la beffa della carta Tutto Treno. Latini “chiama” la Regione

Sospese le agevolazioni per Intercity e Frecciabianca, il sindaco di Terni: un altro disagio per studenti e lavoratori, serve un confronto serio

Al lungo elenco dei disagi che ogni giorno migliaia di pendolari - ternani, ma poi umbri e italiani in genere - devono sopportare, si è aggiunta l’ultima beffa: la sospensione della carta Tutto Treno che garantisce una serie di agevolazioni per Intercity e Frecciabianca da e per Roma e che dunque tocca i maniera diretta le centinaia di studenti e lavoratori che tutti i giorni fanno la spola tra la città dell’acciaio e la Capitale.

Carta Tutto Treno, ecco cosa dice l’assessore regionale ai trasporti

Disagi che ora vengono messi in ulteriore evidenza anche dal sindaco di Terni, Leonardo Latini, che in una nota diffusa da Palazzo Spada, sottolinea come “la sospensione della carta Tutto Treno da parte della Regione Umbria, rappresenta un disagio per tanti cittadini ternani che ogni giorno, per motivi di studio o di lavoro, si spostano sui binari. Oltre alle problematiche scaturite dall’interruzione del servizio ex Fcu, i cui lavori nella tratta Terni-Perugia non sono nemmeno iniziati - aggiunge il sindaco - i pendolari ternani, tra l’altro senza alcun preavviso, si sono ritrovati a non poter più usufruire delle agevolazioni previste per Intercity e Frecciabianca, da e per Roma. Sollecitiamo a tal proposito l’apertura di un serio confronto tra Regione Umbria e comitati dei pendolari, al fine di ripristinare il servizio sia per gli ultimi mesi del 2018 che per l’anno 2019 e venire incontro alle esigenze degli utenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento