rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Casa delle Musiche: “Luogo di spaccio e rifugio per tossicodipendenti a pochi passi dalla scuola”. Il messaggio a Salvini

Il capogruppo di Movimento cinque stelle Federico Pasculli: “Complimenti alla giunta per la propaganda sul tema della sicurezza”. L’assessore Salvati: “In arrivo 500 mila euro”

“Un luogo di spaccio e rifugio per tossicodipendenti”. Il capogruppo del Movimento cinque stelle Federico Pasculli ha girato un video al di fuori della Casa delle Musiche, location in profondo stato di abbandono e struttura sulla quale i pentastellati, a più riprese, avevano prodotto degli atti politici. Nelle ultime settimane i consiglieri hanno focalizzato l’attenzione sulla porta di ingresso, proprio per impedire l’ingresso all’interno.

“Un messaggio per Matteo Salvini che ha incentrato la sua campagna di insediamento del Sindaco Latini sulla sicurezza” esordisce Federico Pasculli. “Secondo l’ultimo report fornito in città si verificano venti furti a settimana. Un arresto su tre è per spaccio. Sulla riqualificazione della Casa delle Musiche ci battiamo da anni – ricorda il capogruppo – attraverso una serie di atti rivolti a primo cittadino ed alla giunta. L’ultimo – in ordine temporale – chiedeva di blindare la porta della palazzina di proprietà comunale. Ora è diventato un luogo di spaccio e rifugio per tossicodipendenti, a pochi passi dalle abitazioni e da una scuola elementare”.

Intervento di Benedetta Salvati

Sul tema è intervenuta l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati che ha replicato alla nota di Rifondazione Comunista: “Condividiamo l’opinione espressa, secondo la quale la Casa delle Musiche di Terni è una ferita profonda e ancora aperta. Certamente, in questo caso, si tratta di una ferita non causata da questa amministrazione e per quanto ci riguarda vorremmo tranquillizzare i cittadini e ricordare a Rifondazione Comunista che la nostra è invece l’amministrazione che si è preoccupata a tal punto della situazione, tanto da riuscire a trovare il modo di sanare quella ferita causata dalle precedenti Amministrazioni, realizzando un progetto di recupero e inserendolo tra quelli che hanno concorso ai finanziamenti del Pnrr”.
 

“Per merito di questa iniziativa – ha aggiunto l’assessore - da noi voluta politicamente e realizzata tecnicamente dai nostri uffici, il progetto è stato finanziato con 500 mila euro insieme ad otto opere pubbliche nell’ambito dei fondi per la rigenerazione urbana per un totale complessivo di 18 milioni di euro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa delle Musiche: “Luogo di spaccio e rifugio per tossicodipendenti a pochi passi dalla scuola”. Il messaggio a Salvini

TerniToday è in caricamento