rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Marmore

“Una giornata straordinaria”, il Centro rafting Le Marmore “incontra” i pazienti del Bambino Gesù

L’iniziativa in collaborazione con l’associazione ForYou, l’assessore Proietti: lo sport è importantissimo per il benessere fisico e per quello mentale. VIDEO e FOTO

Dice Filippo Ceci, vicepresidente e tra i fondatori dell’associazione di promozione sociale ForYou di Roma, che nell’esperienza del rafting c’è tutto quello che serve agli adolescenti che si trovano ad affrontare un percorso di cure oncologiche: natura, sport, condivisione, divertimento.

VIDEO | L’intervento di Filippo Ceci

E a giudicare dagli sguardi di chi è appena sceso dal gommone dopo un percorso di qualche chilometro, tra Ferentillo e Montefranco, è proprio così.

Proprio attraverso ForYou, associazione nata su iniziativa dei pazienti oncologici dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, il Centro rafting Le Marmore ha regalato una giornata di rafting soft alle famiglie di due giovani pazienti della struttura sanitaria della Capitale. Il primo passo di una collaborazione che continuerà nel tempo e che vedrà arrivare in Valnerina altri ragazzi.

VIDEO | Il presidente del Centro rafting, Pietro Dall’Oglio

“Oggi è una giornata di sport e divertimento. Lo sport è importantissimo, soprattutto dopo questa lunga emergenza Covid. È importantissimo per il benessere fisico e per quello mentale”, ha detto Elena Proietti, assessore a sport e turismo del Comune di Terni, intervenuta all’iniziativa.

VIDEO | Le parole di Elena Proietti

E così, dopo saluti istituzionali, qualche foto e le necessarie istruzioni per capire cosa fare (e cosa non fare) una volta saliti in gommone, i ragazzi sono partiti per la loro discesa. Assieme a loro le guide del Centro. Tutt’intorno la natura straordinaria della Valnerina, una perla davvero preziosa che si schiude splendida di fronte agli occhi di chi ci si avventura, soprattutto in questo modo.

Centro rafting Marmore iniziativa Bambino Gesù Roma

“Mi commuovo sempre in queste occasioni”, dice Stefano, uno degli istruttori, un minuto prima di ricominciare a pagaiare. Tutti insieme. Perché solo così si domano le rapide. Tutte.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una giornata straordinaria”, il Centro rafting Le Marmore “incontra” i pazienti del Bambino Gesù

TerniToday è in caricamento