rotate-mobile
Attualità Borgo Bovio

Sicurezza a Borgo Bovio, commercianti e residenti a palazzo Spada: “Le persone hanno paura di uscire. Maggiori controlli e videosorveglianza”

Il confronto è andato in scena nel corso della mattinata di oggi, venerdì 9 dicembre. Presenti il sindaco Leonardo Latini, l’assessore alla sicurezza Giovanna Scarcia ed il presidente del Consiglio comunale Francesco Maria Ferranti

Un confronto dalla durata di circa 40 minuti è andato in scena a palazzo Spada, nel corso della mattinata di venerdì 9 dicembre. A richiedere la riunione con le istituzioni locali alcuni commercianti di Borgo Bovio - si sono uniti dei residenti - i quali hanno incontrato il sindaco Leonardo Latini, l’assessore alla sicurezza Giovanna Scarcia ed il presidente del Consiglio comunale Francesco Maria Ferranti. Diverse le tematiche poste sul tavolo, a seguito del gravissimo fatto di cronaca risalente alla serata di domenica 27 novembre.

Al termine dell’incontro i commercianti hanno fatto il punto della situazione: “Un confronto positivo – esordiscono – poiché hanno ascoltato le nostre rimostranze. Ci hanno promesso maggiori controlli, adoperandosi al massimo per risolvere una situazione diventata invivibile”. Il quartiere nel suo complesso: “Dalla zona di Sant’Agnese fino a Terni Est. Purtroppo si vive in una percezione di paura diffusa e tanta gente decide di non uscire. Ad esempio – aggiunge un commerciante – la notte difficilmente arrivano dei clienti. Se ci fossero più controlli e meno clandestinità, la fiducia aumenterebbe. Ad esempio spesso troviamo delle siringhe nei pressi della scuola”.

Tra le possibili soluzioni al vaglio l’installazione del sistema di videosorveglianza, anche attraverso la sottoscrizione di un protocollo di intesa. Come ha specificato il presidente Ferranti, una volta uscito dalla riunione: “Necessario coinvolgere e confrontarsi con gli organi preposti per poi addivenire ad una soluzione”. Un primo passo è stato compiuto.     

Intervento Rossi

Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi, al termine dell’incontro ha dichiarato: “Una delegazione di residenti e commercianti di Borgo Bovio mi ha informato, invitandomi, che avevano un appuntamento con il sindaco di Terni per esprimere le loro preoccupazione in merito alla sicurezza e vivibilità del loro quartiere- Avendo seguito con grande attenzione questa tematica, avendo presentato da tempo un atto di indirizzo, già esaminato e approvato dalla commissione,  che purtroppo -  prosegue il consigliere comunale -  si è dimostrato veritiero stando a quanto di drammatico è successivamente accaduto, ho inteso parlare con i cittadini prima dell’incontro istituzionale”.

I temi sul tavolo: “Ho raccolto parole di disagio per quanto sta accadendo, per come hanno visto negli anni trasformare quel quartiere che ora sembra caratterizzato da dinamiche che destano allarme sociale e che hanno modificato le abitudini di tanti ternani. I cittadini chiedono maggiore presenza delle forze dell’ordine e la riapertura di spazi aggregativi come il parco Rosselli o strutture specifiche destinate ai giovani o alla terza età”.

Ed ancora: “Da parte mia ho suggerito ai cittadini di richiedere al sindaco un tavolo specifico sulla sicurezza di questo quartiere che è diventato emblematico nei temi della integrazione, della sicurezza, della socialità.  Il comune da parte sua dovrebbe subito occuparsi maggiormente del decoro, della pulizia, della illuminazione e della videosorveglianza. Sono certo che il sindaco Latini saprà programmare una serie di interventi di prima risposta”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Borgo Bovio, commercianti e residenti a palazzo Spada: “Le persone hanno paura di uscire. Maggiori controlli e videosorveglianza”

TerniToday è in caricamento