Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Coronavirus, torna a scendere il silenzio sui luoghi simbolo della ‘movida’ cittadina. Le nuove idee per fronteggiare la crisi

Alle 18 in punto i locali aperti hanno abbassato le saracinesche mentre altri che basano la propria attività sulla presenza serale/notturna non hanno neppure aperto

Una scena a cui avevamo già assistito purtroppo. Alle 18 in punto le attività commerciali, indicate nell’ultimo DPCM del presidente Conte, hanno abbassato le saracinesche. Doverosa una precisazione. Alcune di queste, soprattutto presenti all’interno del cuore pulsante della città, non hanno neppure aperto, poiché lavorano a partire dall’orario aperitivo in poi. Insomma un bel guaio, soprattutto per proprietari e gestori dei locali, dipendenti e collaboratori che dovranno convivere con un altro momento assai delicato, causato dalla nuova diffusione del Coronavirus.

Le idee per fronteggiare la crisi

Si cerca di sopperire, seppur in modo parziale, alle problematiche create dalle restrizioni previste per limitare il contagio. Ad esempio il Tabard Inn ha annunciato alcune novità ai propri clienti: “Nel nostro piccolo ci ri-Inventiamo” scrivono sui canali ufficiali del noto pub. “Vi aspettiamo tutti i giorni dalle 12 alle 18 per il brunch-pranzo-aperitivo, chiamatelo come volete. Ci siamo e non molliamo, voi non ci abbandonate. Si tratta solo di cambiare un po’ le abitudini, sempre nel rispetto dei dispositivi di sicurezza”. Naturalmente torna la vasta offerta della consegna a domicilio che aveva caratterizzato, soprattutto il post lockdown. E proprio social è partita la catena di condivisione per incentivare i cittadini di Terni ad acquistare, in modalità delivery o recandosi direttamente in loco a pranzo, per aiutare tali attività in questa fase così complessa.

Mentre a Palazzo Spada montava la protesta pacifica - ieri sera - i pubblici esercizi rimasti aperti, accoglievano i propri clienti. Ora ci si dovrà reinventare, prima di tornare a vivere l’auspicata normalità. Ci sentiamo di aggiungere in questo frangente così delicato: coraggio! Servirà a poco ma è piuttosto sentito.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA DI GIACOMO SIRCHIA 

Nella foto il post che sta girando su facebook 

122898144_3171570822968855_6049077044343396923_o-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, torna a scendere il silenzio sui luoghi simbolo della ‘movida’ cittadina. Le nuove idee per fronteggiare la crisi

TerniToday è in caricamento