rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità

Le mete preferite dei ternani in vacanza: “Apertura verso l’Albania e grande richiesta per le isole. Impatto migliore nel modo di prenotare”

Le vacanze di ampio raggio tornano di moda, dopo gli anni contrassegnati dalle limitazioni dettate dal Coronavirus: “Bene crociere e viaggi di gruppo”

‘L’estate sta finendo’ cantavano i Righeira diversi anni fa. Un motivetto che torna prepotentemente in auge, appena trascorsa la festività di Ferragosto e accompagna il ritorno alla quotidianità di chi ha potuto trascorrere qualche giorno o settimana di ferie. Tuttavia, secondo l’ultimo trend evidenziato, ciò che traspare è un pochino diverso. Il motivo? Ve lo spieghiamo dopo aver incontrato una professionista del settore.

Alla nostra redazione di www.ternitoday.it è infatti intervenuta Claudia Carletti, dell’agenzia Magellano viaggi che racconta cosa è accaduto durante questa estate: “Siamo finalmente ripartiti, oltre ogni aspettativa, superando le prenotazioni del 2019, anno antecedente l’emergenza sanitaria”. Un aspetto preponderante da sottolineare: “Rispetto al passato abbiamo iniziato a lavorare fin dal mese di febbraio. I clienti infatti hanno provveduto a prenotare le loro vacanze con maggiore criterio, non concentrandosi essenzialmente sul periodo di alta stagione. In pratica – afferma Claudia Carletti – fino almeno a metà settembre ci saranno diverse persone che andranno al mare. Una propensione molto positiva perché consente a tutti gli operatori di lavorare al meglio e limitare le problematiche. Prenotare prima equivale ad assicurarsi le migliori destinazioni a prezzi comunque consoni. Un impatto sicuramente migliore”.

Le mete dei ternani: “Poiché le prenotazioni si sono diluite in tutto l’arco dell’anno, la quantità di last minute è stata pressoché irrilevante. Ad esempio, in questi giorni, molti clienti stanno già pensando al Capodanno con destinazioni di lungo raggio come ad esempio Kenya e Thailandia. I tour di gruppo sono andati piuttosto bene e la Giordania, ad esempio, è una delle destinazioni più ambite. Per il mare estero ottimi riscontri dalle isole della Grecia (Rodi, Creta, Santorini) e Spagna (Maiorca e Minorca)”. L’Italia?: “La scelta è ricaduta prevalentemente sulla Sardegna e, più nello specifico, nella zona della Costa Smeralda. Come è noto si è parlato molto, durante l’estate, dei rincari. Tuttavia la qualità ha fatto la differenza non rinunciando quantomeno alla settimana di vacanza, dando un’occhiata anche ai costi”.

Una particolare menzione per l’Albania: “Si sta predisponendo progressivamente verso un turismo, sempre più incline alle esigenze dei visitatori. In questo 2023 è evidente l’apertura verso tale meta e sono sicura che incrementerà l’afflusso poiché il paese è molto interessante e detiene delle coste molto belle da poter ammirare”. La tipologia di clienti: “Tanti gruppi, a prescindere dall’età con particolare concentrazione di giovani. Rispetto al recente passato – conclude – non si sono verificati dei problemi anche perché è cambiato l’approccio alla vacanza, soprattutto dal punto di vista della scelta delle settimane. Una buona abitudine che speriamo possa proseguire anche in futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mete preferite dei ternani in vacanza: “Apertura verso l’Albania e grande richiesta per le isole. Impatto migliore nel modo di prenotare”

TerniToday è in caricamento