rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Stasera l’estrazione della Lotteria Italia: oltre 55mila ternani inseguono il sogno milionario

Poco più di 120mila i tagliandi venduti in Umbria, a Roma il record di ticket staccati. Negli ultimi 20 anni non sono stati riscossi premi per circa 30 milioni di euro

Questa sera l’estrazione della Lotteria Italia abbinata al programma di Rai1 “I soliti ignoti – Il ritorno”. In questa edizione sono stati venduti 6.359.771 tagliandi contro i 4.578.675 dello scorso anno, con una crescita del +38,9%. Numeri davvero importanti - segnala l’agenzia specializzata Agimeg - per la lotteria nazionale più antica del nostro Paese, fortemente sostenuta dall’Adm, grazie all’azione del direttore generale dell’Agenzia, Marcello Minenna, e del direttore giochi numerici e lotterie, Stefano Saracchi.

Ma quali sono le regioni in cui sono stati venduti più biglietti? Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli elaborati da Agimeg, il Lazio è in testa a questa speciale classifica con 1.178.820 biglietti staccati (il 18,8%), seguito dalla Lombardia con 1.054.820 (il 16,8%), terzo posto per la Campania con 608.460 (il 9,7%). In top five anche l’Emilia Romagna, con 577.660 (il 9,2%), ed il Piemonte con 427.560 (il 6,8%). In Top Ten anche Toscana (434.200 e il 6,9%), Veneto (401.760 e il 6,4%), Sicilia (330.460 e il 5,3%), Puglia (265.120 e il 4,2%) e Marche (155.600 e il 2,5%). Subito dietro la Liguria (152.840 e il 2,4%), l’Abruzzo (166.800 e il 2,7%), l’Umbria (120.800 e l’1,9%), la Calabria (116.640 e l’1,9%), il Friuli Venezia Giulia (85.700 e l’1,4%), la Sardegna (68.420 e l’1,1%), il Trentino Alto Adige (57.120 e lo 0,9%), la Basilicata (39.060 e lo 0,6%), il Molise (28.120 e lo 0,4%), fanalino di coda la Valle d’Aosta (15.500 e lo 0,2%).

Per quanto riguarda il dettaglio dell’Umbria, sono stati venduti 120.800 biglietti. La provincia in cui sono stati staccati più tagliandi è stata Perugia, con 65.000 biglietti, seguita da Terni con 55.800 tagliandi.

Nella scorsa edizione, ricorda Agimeg, in Umbria sono stati vinti complessivamente 25mila euro, grazie a un biglietto da 25 mila euro venduto a Terni. Nella storia della Lotteria Italia, il premio più alto finito in Umbria è stato centrato a Fabro (TR) nell'edizione 2018, pari a 1 milione di euro.

Tra le grandi città, Roma si conferma ancora una volta la capitale per vendita di biglietti: ben 911.390 i tagliandi acquistati, seguita da Milano con 472.260 e da Napoli con 308.620. In top five anche Torino con 249.040 biglietti e Bologna con 209.230. Oltre quota 100 mila tagliandi staccati si piazzano anche Firenze (141.920), Frosinone (130.430), Salerno (128.880), Verona (119.780) e Brescia (111.260).

Lotteria Italia: negli ultimi 20 anni “dimenticati” premi per quasi 30 milioni di euro

C’è chi insegue una vincita milionaria per tutta la vita, ma nella storia della Lotteria Italia non mancano casi di dimenticanze clamorose. Negli ultimi 20 anni, come ricorda ancora Agimeg, non sono stati riscossi premi per quasi 30 milioni di euro. Il primato (in negativo) spetta all’edizione 2008-2009, quando un giocatore di Roma non ritirò il primo premio da 5 milioni di euro, poi messo nuovamente in palio l’anno successivo (e questa volta vinto ed incassato). Quell’edizione va ricordata anche per il record di premi non incassati, il cui totale toccò addirittura i 7 milioni di euro. Nell’edizione 2015-2016, sono stati “dimenticati” oltre 2,9 milioni di euro, tra cui il secondo premio da 2 milioni di euro vinto a San Nicola La Strada, in provincia di Caserta. Ma anche nel 2012 ci fu un clamoroso caso di vincita dimenticata. Non venne infatti mai riscosso il secondo premio da 2 milioni di euro e in totale furono quasi 3 i milioni lasciati nelle casse dello Stato, mentre nel 2014 furono scordati 1,7 milioni, tra cui il quarto premio finito a L’Aquila.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stasera l’estrazione della Lotteria Italia: oltre 55mila ternani inseguono il sogno milionario

TerniToday è in caricamento