rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità Strada dello Staino

Mercatino del mercoledì, è caos al vocabolo Staino. La protesta degli operatori frena l’apertura

Gli operatori protestano contro lo spostamento. Pochissime bancarelle aperte in vocabolo Staino nel corso della mattinata

Doveva essere il giorno inaugurale della nuova location di vocabolo Staino. Dopo l’annuncio dell’assessore Fatale che ufficializzava il trasferimento dal Foro Boario era già trapelata l’indiscrezione, di una possibile protesta da parte della maggioranza degli ambulanti. Stamattina tutto ciò si è concretizzato. Una ventina le bancarelle aperte e dibattito accesissimo con le forze dell’ordine a sorvegliare.

Gli operatori infatti protestano per le condizioni con le quali sono costretti a lavorare nella nuova sede di vocabolo Staino. Hanno infatti chiesto interventi, all’amministrazione, di adeguamento dell’area. La presenza della polvere che si alza causa non pochi problemi soprattutto per chi detiene le attività alimentari. Il comune ha provveduto ad assicurare la corrente e i servizi igienici mettendo a disposizione un’area più estesa del Foro Boario per garantire alle bancarelle il distanziamento sociale necessario in questa fase di ripartenza. Tutto ciò per non è reputato sufficiente.

LE FOTO SCATTATE STAMATTINA ALLO STAINO

"Nell'emergenza - commenta l'assessore comunale al commercio, Stefano Fatale - questa è una situazione che la città ha accettato bene. Se c'è un'ipotesi migliore, noi siamo a disposizione. 
Noi abbiamo risposto ad una esigenza della città e degli operatori.  Quando finirà l'emergenza, si andrà in un'area asfaltata. Purtroppo oggi alcuni ambulanti, che non appartengono a nessuna sigla sindacale e che non sono di questa città, fanno polemica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatino del mercoledì, è caos al vocabolo Staino. La protesta degli operatori frena l’apertura

TerniToday è in caricamento