menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giacomo Sirchia

foto Giacomo Sirchia

‘Noinsieme’ e ‘Family Tech’: buoni spesa e supporto alle persone in difficoltà. Come presentare la domanda e requisiti di ammissione

La Regione dell’Umbria ha deciso di attuare un piano straordinario a contrasto della povertà. Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica

Una nuova iniziativa a supporto dei cittadini o famiglie in difficoltà. Dalle ore 12 di lunedì 30 novembre e fino alle 12 del 30 dicembre 2020 sarà possibile presentare le domande di ammissione agli interventi “Noinsieme” e “Family Tech” che comportano la possibilità di avere buoni spesa e altre forme di sostegno.

Per rispondere alle esigenze crescenti la Regione Umbria ha attuato un piano straordinario a contrasto della povertà e programmare alcune nuove misure straordinarie attraverso l’utilizzo di quota parte del POR Umbria FSE 2014/2020 Asse II – Inclusione sociale e lotta alla povertà, con interventi puntuali in favore della popolazione maggiormente esposta ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica.

Come fare per partecipare

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica, inserendo i dati richiesti nell’apposita procedura di istanza on line. Come anticipato a partire da lunedì 30 (dalle ore 12) all’interno del portale del comune, sarà possibile accedere, sulla base di una piattaforma per la compilazione della domanda. Successivamente verrà pubblicato anche l’elenco degli esercenti, presso i quali potranno essere effettuati gli acquisti.  Per informazioni è possibile inviare una email all’indirizzo direzionewelfare@comune.terni.it o chiamare il numero 0744.549364 dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 16.

Cristiano Ceccotti: “Misure straordinarie”

“I due bandi regionali – afferma l’assessore al welfare Cristiano Ceccotti - rappresentano misure straordinarie per fronteggiare la situazione emergenziale che le famiglie stanno vivendo e sono frutto del lavoro sinergico operato da tutti i comuni della zona sociale con i colleghi assessori al Welfare che ringrazio per il fattivo impegno. Ciò ha consentito di avviare la predisposizione di una nuova procedura on line per la partecipazione dei cittadini agli avvisi, così da poter garantire una celere evasione delle domande”.

Si tratta di misure rivolte a tutti i comuni della Zona Sociale n.10 ovvero Acquasparta, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Polino, Sangemini, Stroncone e Terni previste dal Piano straordinario di contrasto alle povertà - approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 845 del 23/09/2020 - finanziate a valere sul POR FSE 2014/2020 e collegate al contesto emergenziale derivante dalla pandemia Covid 19.

Gli interventi  

“Noinsieme” è un intervento di sostegno al reddito destinato a persone che si trovano in difficoltà socio-economiche che prevede l’erogazione di “buoni spesa” destinati all’acquisito di beni di prima necessità (escluse bevande alcoliche), contributi economici per medicinali e utenze domestiche. I cittadini destinatari dell’intervento possono beneficiare, presso il servizio sociale territoriale, di un servizio di informazione, ascolto attivo, sostegno sociale e orientamento seguito da professionisti qualificati alla gestione delle situazioni di emergenza e post emergenza.  Potranno essere corrisposti buoni spesa /card di € 400,00 mensili per un massimo di sei mesi (€ 2.400,00 totali) e il rimborso di utenze domestiche per un ammontare massimo di € 300,00. 

Requisiti: avere compiuto il 18° anno di età; essere residente in uno dei comuni che afferiscono alla Zona sociale N.10; essere cittadini italiani, cittadini comunitari, cittadini extracomunitari, in possesso del titolo di soggiorno regolare, con esclusione dei titolari di permessi di durata inferiore a sei mesi. Il richiedente e ciascun componente del nucleo familiare al momento della presentazione della domanda non devono possedere alcun reddito o essere destinatari di altri contributi e/o sovvenzioni o ammortizzatori sociali (Reddito di Cittadinanza – Naspi – Cassa Integrazione – Contributo affitto o qualsiasi altro beneficio). Fanno eccezione gli assegni di natalità e le indennità relative alla disabilità. Il nucleo familiare di appartenenza del richiedente non potrà avere un patrimonio mobiliare cumulativo, alla data di 30.06.2020 superiore ad € 10.000,00; il richiedente e ciascun componente il nucleo familiare possono risultare proprietari solo della casa di prima abitazione e non di ulteriori immobili.

L’intervento “Family tech” ha come obiettivo la riduzione delle disuguaglianze tra le famiglie nell’accesso a servizi socio-educativi, ludico-creativi e socio-assistenziali erogati in modalità a distanza, attraverso un sostegno economico per l’acquisto o il noleggio di strumenti tecnologici come ad esempio personal computer, software, dispositivi mobili con connessione ad Internet ecc.
Potranno essere corrisposti buoni/card per un ammontare massimo di € 600,00 a nucleo familiare; la stessa somma potrà essere corrisposta anche a rimborso di una spesa già effettuata a partire dal 05/03/2020 e fino al 30/12/2020 dietro presentazione di fattura o scontrino parlante.

Requisiti: essere residenti in uno dei comuni che afferiscono alla Zona sociale N.10; essere cittadini italiani, cittadini comunitari, cittadini extracomunitari, in possesso del titolo di soggiorno regolare, con esclusione dei titolari di permessi di durata inferiore a sei mesi; avere all’interno del nucleo familiare almeno un figlio di età compresa tra 3 e 26 anni compiuti; avere un ISEE del nucleo familiare non superiore ad € 20.000,00. Non è ammessa la presentazione della domanda qualora uno dei componenti del nucleo familiare abbia beneficiato di un contributo a valere sul POR Umbria FSE 2014-2020 per l’acquisto e o il noleggio di strumentazione informatica/tecnologica della medesima tipologia rispetto a quella che viene finanziata a valere sul presente avviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento