Una notte magica, l'acqua di San Giovanni porta amore, fortuna e salute

Una tradizione legata al solstizio d'estate dove la natura raggiunge il massimo splendore. La preparazione ed il rito

luna

Una notte magica, secondo le antiche tradizioni, quella tra il 23 e 24 giugno. L'acqua di San Giovanni Battista, come tramandato di generazione in generazione, possiede particolari virtù portatrici di salute, amore e fortuna. Il solstizio d’estate coincidente con il giorno più dell’anno rappresenta il massimo splendore offerto dalla natura. Un giorno in cui sole e luna celebrano un matrimonio virtuale che doveva essere festeggiato. Le civiltà antiche infatti ne beneficiavano appieno di questa particolare coincidenza, apportando dei riti propiziatori per scacciare via gli eventi negativi. E tra questi la preparazione di un’acqua definita magica alla quale si riconosceva il potere di scongiurare le malattie. Occorre munirsi di alcune foglie profumate dell’erba di Santa Maria e fiori come papaveri, fiordalisi, petali di rose, menta, iperico, ginestre, caprifogli, mazzi di sambuco, lavanda, camomilla matricaria, mentuccia, malva, foglie di noce, garofani, ranuncoli e trifogli. Una volta raccolte tutte le erbe – accortezza massima soprattutto nel non deturpare la natura – al tramonto versare il tutto in acqua per tutta la notte così che possano assorbire la rugiada della mattinata seguente. Utilizzando l’acqua di San Giovanni Battista ci si lava il capo, le mani ed il viso o addirittura tutto il corpo: una sorta di rito con proprietà benefiche per salute, amore e fortuna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento