Nuove risorse per persone con disabilità, al via la coprogettazione con le associazioni

L'assessore Cecconi: "Reperiti circa 3 milioni di euro. Dopo il confronto, bandi per inserimento lavorativo e assistenza domiciliare per i minori"

I servizi per le persone con disabilità ripartono dalla partecipazione. In vista dei nuovi bandi incentrati su assistenza, attività e percorsi per bambini, giovani e adulti con disabilità, il Comune di Terni ha teso la mano alle associazioni rivolte alle persone con disabilità. Dopo le criticità riscontrate negli ultimi servizi alla persona, sembrerebbe che palazzo Spada si voglia muovere con un certo anticipo. E, nonostante i tempi siano comunque abbastanza ristretti, proprio oggi è iniziato un percorso che vede il coinvolgimento delle Associazioni (una decina quelle presenti, tra cui Afad, Aladino e Vita Indipendente).

Coprogettazione al via

“Una giornata che dobbiamo ricordare – ha detto l'assessore alla Marco Celestino Cecconi – perché non solo avviamo un percorso con le associazioni, ma anche perché possiamo fare il punto sulle risorse che siamo riusciti a mettere a disposizione della città per il Sociale”.

Si tratta di Fondi FSE riferiti agli anni 2014-2016 e che, ora, saranno tradotti in procedure di gara per individuare modalità innovative volte ai servizi di prossimità, all'assistenza domiciliare e all'inserimento lavorativo. Circa tre milioni di euro in totale che saranno utilizzati “in maniera nuova – ha detto ancora Cecconi – in linea con quanto già espletato con i progetti d vita indipendente”.

Gli interventi

In particolare, un milione e 100mila euro saranno così utilizzati: Assistenza domiciliare e servizi di prossimità per minori disabili, per la quale saranno messi a disposizione 537mila euro; Inserimento lavorativo per giovani, con uno stanziamento di circa 350mila euro; Inserimento lavorativo adulti (Sal) per circa 215mila euro.

L'incontro con le associazioni punta a individuare spunti, idee e proposte da inserire nelle progettualità che poi dovranno essere messe in campo da chi si aggiudicherà le procedure. “Vorremmo sollecitare le varie realtà che si occupano di disabilità – hanno detto i tecnici comunali – per far sì che sia possibile proporre e richiedere nel capitolato quello di cui veramente si ha bisogno, in sinergia e integrazione con la Usl, con le scuole e con le attività promosse dal Comune”.
Le associazioni avranno tempo di far pervenire le proprie idee entro Ferragosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GUARDA L'INTERVISTA ALL'ASSESSORE CECCONI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento