rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Palazzo Spada, dirigenti all'osso e lavoro in sofferenza

Tra ferie e pensionamenti sono rimasti in pochi. A Perugia in Comune ci sono 28 dirigenti, a Terni se ne contano a stento 3 e chi c'è ha un mucchio di deleghe

A palazzo Spada si soffoca. E non solo pr il caldo. Il problema, che non dura da poco, riguarda i dirigenti comunali: sono pochi e si fa fatica a lavoro. Lo sfogo arriva dall'assessore ai Lavori Pubblici Enrico Melasecche: "All'Urbanistica non ho il dirigente da quattro mesi, non ci sono persone e c'è difficoltà nello svolgimento delle pratiche - sbotta - Ora se ne va in pensione pure Fattore, la situazione è grave". Una patata bollente che  dopo il rimpasto di Giunta, con la Bertocco che ha lasciato la delega al personale, passa a Sara Francescageli. "Il Comune di Perugia - prosegue Melasecche - conta 28 dirigenti, qua a Terni ne abbiamo a stento tre e ognuno con sette-otto delghe a testa". Insomma, occorrerà provvedere, finanze permettendo. Concorsi e assunzioni infatti erano stati previsti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Spada, dirigenti all'osso e lavoro in sofferenza

TerniToday è in caricamento