rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Attualità

Nuovo stadio a Terni, ecco il progetto alternativo per il Libero Liberati

La proposta dell’ingegner Sandro Corradi sarà presentata nella giornata di domani. Le "risposte" della Ternana calcio e di un pezzo del mondo del tifo rossoverde

Un “altro” Libero Liberati è possibile? A poche ore dalle dichiarazioni del presidente della Ternana calcio, Nicola Guida, che spiega come la società di via della Bardesca sia in procinto di “rispondere positivamente” al Comune di Terni rispetto alle sollecitazioni avanzate in merito al progetto stadio-clinica, arriva sulla scena una proposta “alternativa” per realizzare la “casa” dei rossoverdi.

La firma in calce al progetto preliminare è quella Sandro Corradi, ingegnere ternano e già assessore nella giunta di Leopoldo Di Girolamo, che presenterà il suo piano nella giornata di domani, venerdì 15 marzo. Rispetto ad alcune anticipazioni circolate nelle ultime settimane, si sa soltanto che – almeno sulla carta – il progetto “B” dovrebbe avere un costo ridotto rispetto a quello congiunto con la realizzazione della clinica (circa 20 milioni di euro) e che prevederebbe di non demolire completamente la struttura ora in piedi.

Indiscrezioni che troveranno concretezza quando domattina saranno tolti i “veli” dal progetto Corradi, che hanno intanto già alimentato voci e dibattiti.

Si parte intanto dai diretti interessati, ossia la Ternana calcio. Il presidente Guida – a margine della conferenza stampa di presentazione della Partita della solidarietà - ha commentato dicendo che la società “risponderà positivamente” a Palazzo Spada. Questo lascia intendere che la Ternana calcio sia pronta a sposare il progetto stadio-clinica come, d’altra parte, aveva lasciato intendere nei giorni scorsi lo stesso sindaco Stefano Bandecchi, parlando di un accordo “prossimo” fra Ternana femminile e club rossoverde proprio in relazione al dossier che dovrebbe portare alla costruzione di un nuovo stadio e alla contestuale realizzazione di una clinica privata sui terreni di proprietà della Ternana femminile.

Indiscrezioni che hanno poi avuto una eco, non proprio accompagnata da cori da stadio, anche nel mondo del tifo rossoverde: ci si domanda, in buona sostanza, chi potrebbe essere interessato – e avere le risorse – per tirare su un nuovo stadio senza la possibilità del ritorno economico che deriverebbe dalle prospettive offerte dalla legge stadi.

Domande legittime, come legittimo è disegnare un progetto alternativo. Domani – probabilmente – arriverà qualche risposta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo stadio a Terni, ecco il progetto alternativo per il Libero Liberati

TerniToday è in caricamento