rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità

Comune di Terni, segnalazioni e criticità in piazza Valnerina: “Degrado e pericoli per i cittadini e attività commerciali”

Audizione di una delegazione di cittadini e commercianti, dopo la richiesta avanzata dai consiglieri di Fratelli d’Italia. La proposta del capogruppo Michele Rossi di Terni civica

Una giornata dedicata al quartiere Cardeto e piazza Valnerina, o meglio piazza Buozzi. La seconda commissione consiliare si è riunita, nel corso della mattinata di oggi - lunedì 30 gennaio - per ricevere testimonianze e segnalazioni provenienti – rispettivamente - dal comitato di quartiere e da alcuni commercianti e cittadini. Al termine della seduta sono stati preannunciati due atti di indirizzo distinti, per le rispettive zone.

I consiglieri di Fratelli d’Italia, avevano avanzato una richiesta di audizione – ascoltando le istanze di cittadini e commercianti - proprio per piazza Valnerina, segnalando che: “Pur essendo zona centralissima e nevralgica della città presenta una situazione di grande degrado e pericolosità sia per i cittadini che per le attività commerciali sopravvissute – due bar chiusi su tre, famose attività commerciali come, tra le tante, il rinomato bar Vetturini, chiuse ormai da anni nell’assordante silenzio generale, rifiuti di ogni genere abbandonati nell’area di raccolta dei cassonetti addetti agli indumenti per persone non abbienti, fenomeni di barbonismo di fronte all’ingresso dell’Istituto Leonino, scarsissima illuminazione che agevola i fenomeni descritti”. L’atto è stato presentato da Monia Santini.

La presidente Rita Pepegna, al termine della seduta ha dichiarato: “Una delegazione di commercianti e cittadini, ha rappresentato le criticità della zona che ha difficoltà nei temi della viabilità, del decoro, del commercio al minuto. Manca un progetto unitario che coinvolga i vari assessorati: commercio, mobilità, sicurezza e lavori pubblici. Serve un progetto integrato affinché torni ad essere un luogo di integrazione e commercio. Gli scavi archeologici – ha aggiunto Rita Pepegna - possono essere motivo di attrazione”. 

Intervento Rossi

Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi ha poi aggiunto: "Ho proposto di farla tornare ad essere piazza con tutte le attenzioni che merita. Piazza Valnerina rimane troppo spesso fuori da tutto, dalle Notti Bianche, dalle luminarie di Natale o di San Valentino, pur essendo pieno centro città. Da anni ha perso una sua riconoscibilità per i tanti interventi singoli e privi di una visione di insieme. Mi è stato fatto notare che sono presenti ben quattro tipologie di lampioni della pubblica illuminazione. Anche per le scelte del passato come i parcheggi sotterranei, è una non piazza: ha perso la sua identità e vocazione storica.
È per questo che oltre le piccole e giuste richieste (pulizia, decoro, sicurezza) che meritano di essere prese in considerazione, occorre soprattutto una nuova idea di piazza”.

Lo scenario per il futuro: “Un progetto di restyling che possa farla tornare ad essere piazza e non più luogo di passaggio. Un luogo bello da vivere con arredi pubblici appropriati e con una diversa viabilità che possa essere vissuto a pieno dai residenti e da chi lo frequenterebbe e che poi possa aiutare chi qui ha il proprio lavoro. La commissione consiliare su mia proposta - ha concluso - proporrà questo tema con un atto di indirizzo da lasciare in eredità alla prossima amministrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, segnalazioni e criticità in piazza Valnerina: “Degrado e pericoli per i cittadini e attività commerciali”

TerniToday è in caricamento