‘Sosta selvaggia a Terni’: “Occorrono i vigili appiedati. Reportage fotografici per stimolare comportamenti educati”

Un gruppo di cittadini si è organizzato per segnalare le criticità esistenti in centro: “Chiediamo maggiore sicurezza, zone trenta e venti. Inoltre rigore nel far rispettare le regole comportamentali”

foto tratta dalla pagina 'Terni sosta selvaggia'

Sensibilizzare i cittadini e stimolarli a tenere comportamenti educati. Un gruppo di cittadini si è organizzato per dare vita alla pagina facebook ‘Terni sosta selvaggia’ dove vengono pubblicati dei reportage fotografici relativi a parcheggi poco consoni, rispetto alle regole da seguire: “Facciamo parte del “Comitato Mat” ed insieme ad altre due associazioni stiamo portando avanti dei progetti per migliorare la mobilità cittadina. Chiediamo maggiore sicurezza, zone trenta e venti, rigore dell’amministrazione comunale nel far rispettare le norme. La sosta selvaggia dei veicoli dà fastidio, le aree pedonali e Ztl devono essere rispettate”.

L’iniziativa

Una prima uscita per rendere conto di quanto accade nel centro cittadino: “Lunedì scorso abbiamo documentato il tutto con circa 150 scatti. Siamo usciti prima del coprifuoco insieme a Fiab ed alcuni residenti. Ci sono macchine, in sosta selvaggia, presenti per tutta la durata della giornata. Ad esempio a piazza della Repubblica, via Primo Maggio, via Angeloni, Largo Passavanti, giardini Furio Miselli, piazza del Duomo. Inoltre anche via Fratini che è area pedonale. Dopo le 17 non dovrebbe circolare nessuno tranne i possessori del garage da sette posti. La regolamentazione è necessaria altrimenti diventa un far west, soprattutto l’area pedonale e della Ztl”.

I controlli della polizia municipale: “Occorrerebbero i vigili appiedati per fornire quantomeno un servizio utile di comunicazione. La richiesta è girata direttamente all’amministrazione ed all’assessore preposto. Veicolare il messaggio è importante, fornire le giuste direttive. Girando a piedi si potrebbero apportare dei benefici, a scopo preventivo, in prima istanza. Non chiediamo punizioni e soprattutto comprendiamo le esigenze di tornare a casa, da parte dei residenti”.

Incontri e segnalazioni

“Il decoro e la tutela del centro storico è fondamentale. Riceviamo segnalazioni da altre parti della città, la problematica è comune. Tutti i martedì ci incontriamo, ora in modalità da remoto, e facciamo il punto della situazione insieme a Fiab e Lab biciclario. Abbiamo un gruppo di esperti di viabilità ‘dream team’ che studiano ed analizzano le criticità esistenti”. Proprio oggi è prevista un’altra uscita. Il reportage verrà riportato, passo dopo passo, sulla pagina facebook di riferimento ‘Terni sosta selvaggia’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento