rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Buche e sanpietrini che saltano, le strade si rimettono in sesto coi soldi delle multe

Via libera della giunta di Terni ad un piano di manutenzione da 340mila euro. Benedetta Salvati: “Sarà realizzato in più lotti e in diverse zone della città, anche sulla base delle segnalazioni dei cittadini”

Interventi di manutenzione ordinaria delle strade e delle pertinenze di esercizio per un totale di circa 340mila euro sono stati deliberati questa mattina – 25 agosto - dalla giunta comunale su proposta del vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati.

“Si tratta di interventi importanti che saranno realizzati in più lotti e in diverse zone della città sulla base dell’attività di controllo dell’efficienza delle strade e anche delle segnalazioni dei cittadini”, spiega l’assessore Salvati. L’obiettivo è quello di conservare le caratteristiche funzionali della rete stradale e di garantirne la sicurezza per gli utenti”.

Gli interventi - in parte finanziati con gli incassi delle sanzioni per infrazioni al codice della strada - sono suddivisi in quattro lotti: manutenzione ordinaria delle pavimentazioni pregiate ed elementi di arredo, per un importo complessivo di 75mila euro; manutenzione ordinaria pavimentazioni in asfalto e opere varie per la conservazione della funzionalità e della sicurezza stradale, per un importo complessivo di 150mila euro; manutenzione ordinaria per il ripristino delle opere d’arte, delle pertinenze di esercizio e lavori accessori per un importo complessivo di 74.314 euro; manutenzione ordinaria per il recupero delle scarpate laterali per un importo complessivo di 40mila euro. La modalità di affidamento in appalto dei lavori avverrà tramite lo strumento dell’accordo quadro.

“Sulla rete stradale del Comune di Terni negli ultimi anni siamo intervenuti in maniera molto sostanziosa con importanti investimenti volti alla manutenzione straordinaria di alcune delle direttrici principali urbane e di periferia – aggiunge Salvati - Resta però la necessità di continuare a intervenire in numerose situazioni di degrado e fatiscenza dovute ad una più che decennale insufficienza manutentiva che ha determinato un progressivo ed inesorabile deterioramento delle strade e delle pavimentazioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche e sanpietrini che saltano, le strade si rimettono in sesto coi soldi delle multe

TerniToday è in caricamento