Il Telamone ritorna in città: "Una grande vittoria di tutti i ternani"

Michele Rossi: "Propongo di organizzare per l'inaugurazione della nuova collocazione nel nostro museo archeologico una grande festa con i ragazzi delle scuole, le associazioni culturali ed i cittadini"

Telamone

Una grande vittoria di tutti i ternani, i quali ritengono che le opere d’arte e i reperti archeologici cittadini debbano essere esposti per potenziare l’attrattività e l’identità”. Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi commenta con favore il ritorno del Telamone da Perugia a Terni. E’ quanto emerso stamattina in commissione consigliare, all’interno della quale si è parlato dell’importante scultura: “Per ora si tratta di un prestito di quattro mesi destinato a diventare a breve definitivo, attraverso ulteriori procedure che il polo museale regionale dovrà attuare in questo periodo con il Mibact"

"Un primo tassello di quella rivoluzione culturale che ho inteso intraprendere fin dall'inizio di questa esperienza amministrativa e che ha visto pian piano la convinta adesione ed impegno del sindaco Latini e dell'assessore alla cultura Giuli. Dalla approvazione del mio atto di indirizzo – sottolinea Michele Rossi -  riguardante il ritorno della statua del Telamone datato 6 maggio 2019 oggi finalmente abbiamo la data del ritorno di un reparto di grande impatto e valore"

“Si tratta del coronamento di una battaglia che mi ha visto in primissima linea, mosso da un intento di giustizia e di valorizzare le nostre strutture museale. Propongo di organizzare per l'inaugurazione della nuova collocazione nel nostro museo archeologico una grande festa con i ragazzi delle scuole, le associazioni culturali ed i cittadini. Da qui, dal pezzo forte del Telamone, parte la più ampia ed orgogliosa rivendicazione dal punto di vista archeologico che sia stata mai fatta in questa città. Anni luce dalla considerazione che tali beni hanno avuto da parte delle amministrazioni che ci hanno preceduto, tanto da lasciare un museo archeologico senza neppure la dovuta assicurazione contro il furto o danneggiamento”

“Un impegno tecnicamente complesso e difficile - conclude il capogruppo - frutto di intense interlocuzioni e a volte scoraggianti passi falsi ma portato avanti con determinazione e fermezza. Oggi il giusto riconoscimento per la nostra città che per storia e testimonianze archeologiche non è seconda a nessuna e che ha tante opere di valore sparse in tante sedi espositive d'Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento