Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Ternana-Bari, i tifosi: “Coloriamo viale dello Stadio”. Discordanza tra Bandecchi e Lucarelli: “Nulla di male”

L’iniziativa dei tifosi rossoverdi: “Rispettare il distanziamento, indossare tutti i dispositivi di sicurezza dall’arrivo in strada fino al passaggio del pullman”

foto Giacomo Sirchia

Il big match Ternana-Bari si anima alla vigilia del confronto. Nel corso della mattinata di venerdì 12 marzo i tifosi rossoverdi hanno annunciato un’iniziativa nell’immediata prossimità della gara: “Ci ritroveremo alle ore 13.15 con sciarpe e bandiere per colorare viale dello Stadio, il pullman passerà alle ore 13.25. Rispettare il distanziamento, indossare i dispositivi di protezione dall'arrivo in strada fino al passaggio del bus, senza intoppi per lo stesso. Occasione per dimostrare che i tifosi non sono animali mossi solo da puro istinto. Fiduciosi che la città risponda in massa, usando buon senso e testa”.

Dopo aver lanciato un appello, proprio giovedì 11 marzo, il presidente Stefano Bandecchi è tornato sull’argomento, sempre con un video messaggio su instagram: “Credo di avere il dovere di chiarire un punto. Come viene ricordato allo stadio anche le azioni commesse fuori l’impianto, non in linea con la prudenza ma attribuibili ad atteggiamenti sportivi e dunque alla squadra di calcio, possono provocare la detrazione dei tre punti e la sconfitta a tavolino. Io sono abbastanza incazzato, sembra che dobbiamo giocare contro il Real Madrid con tutto il rispetto per il Bari. Questa è una partita come tutte le altre che mancano da qui alla fine del campionato. Non mi fate perdere tre punti a tavolino perché non è che non faremo più lo stadio, non si giocherà più in nessun campo di questo campionato. Io sono stato chiaro, vedete voi”.

Sull’argomento è stato sollecitato Cristiano Lucarelli, durante la conferenza stampa prepartita: “Capisco che la gente sia stanca. Inoltre vede quello che accade da altre parti e si chiede il perché non possa - con le dovute precauzioni - salutare la propria squadra. Riempire lo stadio ad una bassa percentuale della capienza sarebbe gestibile anche in questa situazione. La gente è chiusa in casa da un anno e ha bisogno di tornare a prendere aria, soprattutto lavorare. Anche se vado contro le dichiarazioni del presidente – aggiunge Lucarelli - credo sia giusto anche poter tornare a salutare la propria squadra del cuore”.

Infine il presidente del consiglio comunale Francesco Maria Ferranti afferma a riguardo: “Ritengo che l’invito alla massima prudenza, rivolto dal presidente della Ternana calcio, sia non solo saggio ma dimostri l’attenzione meticolosa che la società stia impiegando per raggiungere l’obiettivo che tutti auspichiamo. Anche i comportamenti nei pressi dello stadio possono comportare penalizzazioni e poi comunque c’è la concreta necessità di rispettare nei dettagli le norme di tutela igienico sanitaria, per rispetto anche dei tanti cittadini ternani e italiani che non sono più tra noi. Sono consapevole - conclude - di quanto sia difficile per un tifoso non esprimere in modo concreto l’affetto verso la propria squadra ma credo con convinzione che Terni e i tifosi ternani sapranno essere domani un esempio di sportività e di senso civico per l’intero paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana-Bari, i tifosi: “Coloriamo viale dello Stadio”. Discordanza tra Bandecchi e Lucarelli: “Nulla di male”

TerniToday è in caricamento