Strade, così cambia il volto di vicolo San Salvatore

Nuova pavimentazione in profido, via ai lavori. Cantiere anche in via Primo Maggio. Palazzo Spada investe 200mila euro

Operazione strade. Palazzo Spada mette mano al portafogli recuperando soldi messi a disposizione da vecchi mutui ma mai utilizzati. Stavolta tocca a vicolo San Salvatore e via Primo Maggio, con un investimento complessivo di 200mila euro.

Vicolo San Salvatore

L’attuale pavimentazione sarà smantellata completamente vista la presenza di diversi tipi di materiali usati (porfido, pietra e tratti di asfalto) e verranno realizzate nuove canalizzazioni per lo smaltimento delle acque meteoriche. La nuova pavimentazione sarà in porfido per omogeneità con quella circostante. Il costo sarà a carico parziale del Servizio idrico integrato a seguito di un pregresso intervento di rottura e ripristino del suolo pubblico.

Via Primo Maggio

Gli interventi in via Primo Maggio consistono nella demolizione della sovrastruttura stradale (tappetino e bynder), nella bonifica e nel recupero di tratti del massetto sottostante, nel rifacimento del nuovo massetto con apposizione di una speciale membrana bituminosa per evitare che l’acqua che penetra al di sotto eserciti con il peso dei veicoli una graduale deterioramento della nuova pavimentazione. Si effettuerà inoltre la sistemazione di tratti ammalorati di marciapiede ed il rifacimento della segnaletica stradale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore Melasecche

“Prosegue il lavoro incessante di recupero di tutti i mutui accesi in passato e mai utilizzati – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Enrico Melasecche - La determina a contrarre e l’approvazione e del progetto esecutivo è del 12 dicembre scorso. La gara è poi stata avviata puntualmente il 27 dicembre con scadenza al 15 gennaio con procedura Mepa. Sono pervenute 13 offerte di cui 4 di imprese locali, 3 del circondario e 6 di imprese distanti più di 90 km da Terni. La gara è stata aggiudicata con il 31,63% di ribasso alla ditta Cogem Srl di Massa Martana. Sono in corso le verifiche sulle autodichiarazioni effettuate in sede di gara, necessarie per procedere con l’aggiudicazione definitiva. Successivamente si procederà alla stipula del contratto e alla consegna dei lavori. Per ridurre il disagio dei cittadini, oltre che per migliorare la qualità dell’intervento, sta valutando l’effettivo inizio dei lavori dopo la chiusura delle scuole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento