"Guerra" dei libri, il sindaco Latini: "I soldi ci sono"

Il primo cittadino si appella ai librai: "Polemiche inutili, garantire l'avvio dell'anno scolastico senza disagi". Il Cosec: evitare problemi alle famiglie

Polemica sui libri a Terni

"I soldi ci sono". Il sindaco di Terni, Leonardo Latini, interviene nel braccio di ferro tra i librai della città e l'amministrazione comunale sulle cedole librarie che rischia di creare non pochi problemi in vista dell'avvio del nuovo anno scolastico. 

"Lo ha già assicurato più volte l'assessore alla Scuola Valeria Alessandrini - dice il primo cittadino - c'è la determina dirigenziale numero 1936 del 28/06/2018, che impegna 170 mila euro per i rimborsi e c'è copertura finanziaria. Comprendo la preoccupazione dei librai, visto che lo scorso anno molti di loro non hanno avuto il rimborso, ma questo è dipeso esclusivamente dal fatto che è stato decretato lo stato di dissesto e, dunque, i crediti del precedente anno rientrano nella competenza dell'Organo straordinadio di liquidazione, i cosidetti commissari, che provvederanno a pagare nel rispetto delle tempistiche della procedura. Invito tutti ad evitare inutili ed allarmistiche polemiche, spesso basate solo su voci prive di riscontro, visto che è preciso dovere non solo del Comune ma di tutti i soggetti interessati, ciascuno per le proprie prerogative, ruoli e competenze, garantire senza disagi l'inizio dell'anno scolastico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Cosec

“Le scuole riapriranno il 12 settembre, ma al momento non vi è nessuna certezza sul pagamento delle forniture per i libri dell’anno scolastico 2018-19, da parte del Comune di Terni. Come genitori – scrive il Cosec, Comitato servizi educativi - esprimiamo preoccupazione e auspichiamo che al più presto la questione possa risolversi, evitando ulteriori disagi alle famiglie, per quello che è e deve essere un diritto garantito. I libri per le scuole elementari li deve pagare il Comune senza gravare sulle spalle di attività private già messe pesantemente alla prova da anni di crisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento