rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Attualità

Ecco la “culla per la vita” di Terni, madrina dell’inaugurazione sarà Claudia Koll

La cerimonia venerdì 6 ottobre prima nella sala del consiglio comunale e poi in via Malnati. Il Movimento per la vita: “Un vero presidio di emergenza per il salvataggio di neonati, lasciati dalle loro madri nella disperazione e nella paura”

Venerdì 6 ottobre, alle 10, presso la sala del consiglio del Comune di Terni, si terrà la cerimonia di inaugurazione della “culla per la vita”, allestita in via Malnati. All’evento interverranno l’assessore comunale alle politiche sociali, Viviana Altamura, il vescovo di Terni Narni Amelia, monsignor Francesco Antonio Soddu e, in veste di “madrina” della inaugurazione che si svolgerà alle 11.30 proprio in via Malnati, sarà presente anche Claudia Koll.

“Come già in tante città italiane, a Perugia e a Città di Castello in Umbria – spiega in una nota il Movimento per la vita di Terni, che ha realizzato l’iniziativa grazie alla partecipazione dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, all’Ater, al servizio 112-118, al contributo economico della Fondazione Carit e alle tante offerte elargite da associazioni e cittadini ternani e non - la ‘culla’ ha dimostrato di essere un vero presidio di emergenza per il salvataggio di neonati, lasciati dalle loro madri nella disperazione e nella paura, forse anche nell’ignoranza di poter partorire il proprio figlio in ospedale senza dare le proprie generalità, cioè in anonimato. Le cronache nazionali di questi ultimi mesi hanno dato risalto proprio al ritrovamento di neonati in queste culle, dotate di tutti i comfort e dei sistemi di sicurezza per salvaguardare la loro vita e la loro salute”.

“La salvaguardia della vita umana nascente e appena nata – prosegue il Mpv - è strettamente e indissolubilmente connessa al benessere psico-fisico della donna-madre e della sua situazione sociale e familiare. Per questo, la donna-madre merita una attenzione particolare da parte di tutti, dalle persone, dai servizi socio-sanitari, di comunità, di aggregazioni sociali e di volontariato che operano nel territorio, così da poter intercettare tutte le situazioni a rischio o di effettivo disagio sociale, in modo da poter agire in sinergia per prevenire efficacemente scelte di abbandono, in favore della vita del bambino e della salute della madre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la “culla per la vita” di Terni, madrina dell’inaugurazione sarà Claudia Koll

TerniToday è in caricamento