rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Torre Wifi a Gabelletta: “Tutelare le famiglie e non dare spazio ai movimenti No 5G”. Un altro impianto in arrivo

L’assessore all’urbanistica Federico Cini: “E’ importantissimo tutelare i cittadini, tranquillizzarli e, se non fosse sufficiente, anche supportarli”

Un ulteriore momento di confronto sul tema della Torre wifi, in località Gabelletta. Mentre i lavori procedono, nelle ultime ore è stata posizionata l’antenna, a Palazzo Spada l’assessore all’urbanistica Federico Cini ha risposto ad un’interrogazione congiunta presentata da M5S, Partito Democratico e Terni Immagina ed enunciata dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle Federico Pasculli. Nel contempo, come si apprende nell’apposita sezione del portale ufficiale del Comune di Terni, è stato pubblicato l’avviso per l’indizione della conferenza di servizi decisoria per un intervento di “Installazione di impianto tecnologico di radiotelecomunicazioni per telefonia cellulare”. In questo caso, come viene indicato, la zona interessata è quella di Strada di Rotale.

Come già accaduto in commissione, dopo essere stati auditi due esponenti del locale comitato, il capogruppo Pasculli ha evidenziato i passaggi antecedenti all’inizio degli interventi: “La determinazione 2541 prevede la realizzazione di una nuova infrastruttura, per l’installazione di una stazione punto multipunto wifi e predisposizione per futura ospitalità srb telefonia cellulare, sita in strada di Vallemicero. I residenti del quartiere hanno appreso della costruzione dalla pubblicazione, presso l’albo pretorio del Comune di Terni della determinazione dirigenziale 2541, dello scorso 14 settembre. Infine hanno deciso di costituire un comitato informale denominato ‘No torre wifi a Gabelletta”.

L’assessore Federico Cini, sollecitato dall’interrogante, ha ricordato come aveva già espresso il proprio parere sulla questione, nel corso della prima convocazione del 15 ottobre, antecedente al presidio organizzato dal comitato: “Il regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti non si è mai fatto, anche perché le pratiche edilizie erano molto ridotte. Si parla di circa una o due l’anno. Oggi questa situazione appare mutata e può avere un senso disciplinare il tutto. L’atto di indirizzo, approvato in commissione, va in questa direzione. Tuttavia – osserva l’assessore - tale regolamento non avrebbe comunque potuto prevenire l’installazione”. Informare preventivamente i cittadini: “I tecnici del comune hanno semplicemente eseguito tutte le pratiche previste per legge. Inoltre preso atto di tutti i pareri in sede di conferenza dei servizi. Sussiste una segretezza che vieta di esporre gli atti. La tutela sanitaria e ambientale non sono temi sui quali si può pronunciare la direzione urbanistica. A pareri favorevoli degli enti preposti non è possibile opporsi al rilascio delle autorizzazioni”. L’auspicio di Federico Cini: “Non diamo spazio ai movimenti ‘No 5G’ che sono deleteri. Tuteliamo le famiglie e non diamo il fianco agli sfascisti. Importantissimo tutelare i cittadini, tranquillizzarli e, se non fosse sufficiente, anche supportarli”.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Wifi a Gabelletta: “Tutelare le famiglie e non dare spazio ai movimenti No 5G”. Un altro impianto in arrivo

TerniToday è in caricamento