Uno spot televisivo per il futuro, la proposta: “Far conoscere San Valentino durante il Festival”

Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi: “Capire i costi e presentare uno spot turistico regionale che promuova l’Umbria del sud”

festival di Sanremo

Il brand San Valentino da spendere e veicolare durante il Festival di San Remo, capitalizzando anche la (quasi) contemporaneità tra festività ed evento. L’idea è stata lanciata dal capogruppo di Terni Civica Michele Rossi pronto a presentare un’interrogazione. Essendo l’evento più visto dagli italiani, durante lo spazio pubblicitario, uno spot ad hoc aumenterebbe e di molto la risonanza della ricorrenza ed aiuterebbe ulteriormente ad associare il patrono degli innamorati alla città di Terni.

“Da sempre rincorriamo, lamentandoci, la necessità di far sapere che San Valentino protettore dell'amore è di Terni, iniziando finalmente anche a noi a godere dei benefici turistici di una festa conosciuta e celebrata in tutto il mondo. E allora penso – osserva Rossi - quale miglior palcoscenico potrebbe essere quello di Sanremo, il Festival si svolge sempre nella settimana precedente alla festa degli innamorati, per diffondere l'informazione?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La proposta di Michele Rossi

“Tra i vari blocchi dello spettacolo andavano in onda spot turistici di varie regioni italiane dalla Liguria (naturalmente) ma, inaspettatamente, anche della regione Marche. Quest'ultimo anche prima dei video delle performance degli artisti caricati su youtube o raiplay. E allora perché non pensarci, capire i costi - sicuramente non abbordabili per un povero comune per lo più in dissesto economico - e confezionare uno spot turistico regionale che promuova anche l'Umbria del sud, le sue bellezze (Cascata, Piediluco e borghi) e soprattutto per l'occasione il San Valentino di Terni? Regione "amica" – si domanda il capogruppo - perché non pensarci? Certo poi dopo dovremmo essere capaci di accogliere e non deludere (eventi all'altezza, molto negli ultimi anni è stato fatto ma occorre fare ancora di più) le migliaia di telespettatori che potrebbero arrivare nella nostra città, ma questo ci aiuterebbe a crescere. A tal proposito presenterò una interrogazione in Consiglio Comunale”. Idea originale ed interessante che avrà una prosecuzione a Palazzo Spada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento