Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Attesa troppo lunga per la terapia, detenuto schiaffeggia un agente nel carcere di Terni

Ennesimo episodio di violenza a Sabbione, la denuncia del Sarap: “Assenza di efficaci provvedimenti contro coloro che si rendono responsabili di queste inaccettabili violenze, tanto da innescare quasi un effetto emulazione per gli altri ristretti”

Resta alta la tensione nella casa circondariale di Terni dove, nella mattinata di oggi – 20 ottobre - si è verificato un altro episodio di violenza.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dal Sarap (Sindacato autonomo ruolo agenti penitenziaria) infatti un detenuto ristretto nel reparto di alta sicurezza ha schiaffeggiato un agente della polizia penitenziaria in servizio al reparto infermeria del carcere di Sabbione “solo perché non ha gradito l’attesa per ricevere la terapia”.

“Non è più accettabile tutto questo, basta – dice Roberto Esposito, segretario generale aggiunto del Sarap - La situazione nel carcere di Terni, come in tutte le altre strutture penitenziarie sul territorio nazionale, è critica: ormai queste situazioni sono da cassa di risonanza per tutta la popolazione detenuta”.

Tornando alla situazione di Sabbione, Esposito si dice “preoccupato per la situazione che quotidianamente il personale della prima linea che opera nella casa circondariale di Terni ci descrive” e mette in evidenza “l’assenza di efficaci provvedimenti contro coloro che si rendono responsabili di queste inaccettabili violenze, tanto da innescare quasi un effetto emulazione per gli altri ristretti”.

Il Sarap esprime dunque piena solidarietà al poliziotto contuso a Terni e “a tutta la prima linea che quotidianamente gestisce situazioni che oggi sembrano sempre più sfuggite di mano alla politica e all’amministrazione penitenziaria”.

Il sindacato si rende “aperto a qualsiasi dialogo con la politica e l’amministrazione penitenziaria – conclude Esposito - per contribuire a dare quei giusti punti di vista per rendere molto più incisive le disposizioni e offrendo tutta l’esperienza maturata garantendo sicurezza e libertà al popolo italiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attesa troppo lunga per la terapia, detenuto schiaffeggia un agente nel carcere di Terni
TerniToday è in caricamento