rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Eventi Calvi dell'Umbria

Tartufo e cinghiale, si serve il “bis”: fine settimana tra buona cucina e opere d’arte

Secondo appuntamento con la sagra organizzata dalla pro loco di Calvi dell’Umbria. Oltre alla Taverna del Monastero, sarà possibile ammirare i suggestivi murale del centro storico e l’affascinante presepe monumentale

Secondo week-end all’insegna della gastronomia e della cultura a Calvi dell’Umbria. Dopo il grande successo fatto registrare lo scorso fine settimana dalla 24esima edizione della Sagra del tartufo e del cinghiale, a Calvi è tutto pronto per il “bis”.

Sabato 20 e domenica 21 novembre sarà nuovamente aperta la Taverna del Monastero che ospiterà tutti quelli che vorranno gustare tante specialità a base di tartufo e cinghiale, cucinate dalle abili cuoche del posto. Ad organizzare l’evento è la pro loco di Calvi. L’abbinamento gastronomia e cultura si crea grazie alla possibilità che viene data a chi si recherà nella cittadina della bassa Umbria in questi due giorni di visitare i vari siti culturali presenti nel centro storico.

A cominciare dal Museo del Monastero delle Orsoline situato all'interno di Palazzo Ferrini, dove sono ospitate tante ed importanti opere d’arte. Ci sono poi i “Murales”, veri e propri capolavori pittorici realizzati nel tempo da grandi artisti nei vicoli e nelle piazzette del centro storico. Il tema di questi affreschi è quello del Natale, mai come in questo periodo di grande attualità. E visto che si parla di Natale, la pro loco ricorda che è possibile visitare anche il presepe monumentale che si trova all’interno dell’antica sede della Confraternita di Sant’Antonio (accanto alla chiesa di Santa Brigida in piazza Mazzini). Si tratta di un presepe composto da più di trenta statue, in terracotta policroma, a grandezza naturale. Questa magnifica opera d’arte venne realizzata, a cavallo fra il 1541 ed il 1546, dai fratelli abruzzesi Giacomo e Raffaele da Montereale.

Per tornare alla sagra, la pro loco ricorda che essa si svolgerà nel rispetto delle normative anti-Covid e che per accedere alla taverna sarà necessario esibire il green pass o mostrare l’esito negativo di un tampone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartufo e cinghiale, si serve il “bis”: fine settimana tra buona cucina e opere d’arte

TerniToday è in caricamento