Asm, contratto “ponte” per gli interinali: rinnovi fino a luglio 2019

Via libera alla proroga per 60 lavoratori, l’assessore Dominici: ci impegneremo a trovare percorsi di stabilizzazione che tengano conto anche dell’anzianità di servizio

Salvi, a tempo determinato. Tirano un mezzo sospiro di sollievo i 60 lavoratori interinali Asm che hanno ottenuto la proroga del contratto fino a luglio 2019. Una “soluzione temporanea”, dice l’assessore comunale alle partecipate, Fabrizio Dominici, oltre la quale si lavorerà per trovare “percorsi di stabilizzazione”.

La proroga dei contratti era stata messa a rischio dalle novità introdotte dal decreto Dignità (durata dei contratti e numero massimo dei rinnovi) ma in queste settimane si è lavorato per cercare di individuare una soluzione “ponte” che non lasciasse per strada i 60 interinali Asm.

Il tema è stato posto nel question time di questa mattina da una interrogazione a firma del consigliere comunale di Senso Civico, Alessandro Gentiletti, che aveva chiesto lumi, appunto, sulla sorte dei lavoratori con contratti precari. L'assessore Fabrizio Dominici ha detto in consiglio comunale che “possiamo garantire, almeno fino a luglio 2019, tutti i dipendenti di Asm assicurando il rinnovo di tutti i contratti, anche se la soluzione è comunque temporanea. Per gli interinali, in prospettiva, ci impegneremo a trovare percorsi di stabilizzazione attraverso concorsi pubblici che comunque tengano conto della anzianità di servizio. Su Asm stiamo lavorando in profondità su molti versanti, compreso quello di riportare all'interno dell'azienda attività che in passato sono state esternalizzate”.

Esprime “soddisfazione a nome suo e dell’intero consiglio comunale” il presidente, Francesco Maria Ferranti. “Ci congratuliamo con l’assessore alle partecipate Dominici e con i vertici di Asm per il risultato raggiunto, auspicando sia nell'interesse dell’azienda che della città tutta che si vada quanto prima a forme di stabilizzazione eliminando il precariato”.

Il gruppo consigliare del Partito democratico “si unisce a quanto fatto questa mattina congiuntamente con gli altri gruppi, sottolineando la necessità ora di continuare l’impegno in vista dell’estate del 2019, quando scadrà questa ulteriore proroga. La soluzione ponte fino a luglio 2019 è stata resa possibile grazie ad una interpretazione di Assoindustria relativamente al decreto dignità, che non può che trovarci d’accordo, avendo avuto in questa vicenda un ruolo di stimolo fatto di atti e proposte. In vista della prossima scadenza contrattuale occorrerà l’impegno dell’amministrazione, ed anche dei gruppi, su questo saremo disponibili, ai fini della stabilizzazione che potrà dare certezza alle 60 famiglie coinvolte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento