menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede della Camera di commercio di Terni

La sede della Camera di commercio di Terni

Camera di commercio, il Consiglio di Stato blocca la riforma: Terni è salva. Per ora

Sospeso l’accorpamento con Perugia, la Uil: bella notizia, ma ora servono iniziative forti per bloccare la soppressione dell’ente camerale e tutti i processi che penalizzano il territorio provinciale

Il Consiglio di Stato “salva” la Camera di commercio di Terni. La riforma che prevede l’accorpamento con Perugia – e una serie di “fusioni” in tutta Italia – è al momento congelata dalla Consulta. Ma si tratta di uno stop momentaneo. Una buona notizia che non deve far abbassare la guardia rispetto alla “politica del carciofo”.

Così la Uil di Terni chiama tutte quelle azioni che avvengono “lentamente, foglia dopo foglia” ma procedono “con determinazione ed efficacia ledendo gli interessi politici ed economici del nostro territorio”. Se insomma la sospensione della riforma delle Camere di commercio è una bella notizia per tutti quelli che “come la Uil di Terni, si battono con determinazione contro il processo di acefalizzazione che, tramite la regionalizzazione di istituzioni e associazioni, sta fortemente penalizzando Terni e il territorio provinciale”, ciò non toglie che continua ad esistere la “necessità, partendo dal pronunciamento del Consiglio di Stato, di una forte ed incisiva azione istituzionale e politica che porti ad una modifica della riforma. Ci aspettiamo finalmente – dice il segretario generale della Uil Terni, Gino Venturi -  una forte azione unitaria di tutta la città, delle Istituzioni, dei parlamentari che partendo da una sinergia con le altre città interessate sappiano creare le condizioni per bloccare definitivamente il processo di soppressione della Camera di commercio di Terni”.

Proprio per raggiungere questo obiettivo, la Uil di Terni chiede “una immediata audizione alla competente commissione consiliare del Comune di Terni”, soprattutto dopo il summit che ha visto faccia a faccia venerdì scorso lo stesso Venturi e il responsabile nazionale della Uil Fpl per i lavoratori delle Camere di commercio, Guido Vacca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento