Dopo il nubifragio si contano i danni: “Non lasciamo sole famiglie e imprese. Serve supporto dalla Regione”

Tra i territori più colpiti c’è Avigliano Umbro, interviene il capogruppo di minoranza e consigliere autonomie locali Daniele Marcelli

Il nubifragio che ha letteralmente devastato molte zone del territorio ha lasciato una scia di tristezza e preoccupazione: milioni di euro di danni, tante attività in ginocchio, famiglie che devono rimettere insieme i pezzi e cercare di andare avanti.
Ad intervenire è Daniele Marcelli, capogruppo di minoranza nel Comune di Avigliano Umbro e consigliere autonomie locali: “È il giorno della conta dei danni della bomba d'acqua che ha letteralmente investito il nostro territorio – afferma in una nota -. Ho dedicato parte della mia giornata ad ascoltare alcune delle attività colpite da questa catastrofe e la situazione è disastrosa sia ad Avigliano che a Castel dell'Aquila e Montecastrilli. Abitazioni fortemente danneggiate a Sismano, intere stanze e capannoni allagati e pieni di limo nella zona industriale di Avigliano, mezzi leggeri e pesanti da buttare, campi sportivi scoperchiati o distrutti, le mura del nostro paese crollate, agricoltori e allevatori che in 4 ore hanno visto azzerati i risultati di anni di lavoro.
I danni fra pubblico e privato sono senza dubbio nell'ordine dei "milioni" di euro e intere aziende sono in ginocchio nel fango. Non possiamo lasciarli soli, specie in questo momento, Va riconosciuta a livello regionale la situazione drammatica che stiamo vivendo e servono aiuti concreti e subito. Solo così possiamo uscire, insieme, da questa calamità limitando i danni al tessuto produttivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento