La maggioranza resiste: vertice "sereno" ma viene chiesta maggiore partecipazione

Durante il confronto tra Giunta e Gruppi consiliari il primo cittadino spiega le sue decisioni. Andrea Giuli riconfermato nei suoi ruoli

Alla fine, non c'è stato nessun colpo di scena: a palazzo Spada si è assisistito a un vertice tutto sommato positivo, incentrato sul confronto e la volontà di arrivare a fine legislatura. L'incontro di maggioranza che si è concluso intorno alle 17, insomma, sembra essere andato bene, quasi inaspettatamente. E nonostante non sia mancato chi ha sottolineato criticità e avanzato richieste, il "terremoto" post rimpasto non ha creato quei problemi insormontabili che sembravano essere emersi alla vigilia della riunione.

Pare proprio, insomma, che la quadra sia stata trovata: “E' stato un incontro estremamente tranquillo – afferma l'assessore ai lavori pubblici Enrico Melasecche –. I fattori che potevano destare preoccupazione sono stati superati. L'obiettivo è andare avanti, non fossilizzandoci sui problemi reciproci”.

Di certo, le spiegazioni del sindaco rispetto alle sue decisioni non potevano mancare, così come non poteva mancare la riconferma della necessità della nuova squadra: Latini ha posto il suo veto rispetto ai nuovi assessori e ai ruoli di Andrea Giuli, che quindi andrà avanti sia come vicesindaco sia come assessore alla cultura e al turismo. Tutti elementi essenziali, secondo il primo cittadino, per portare avanti il governo della città fino a fine mandato. Nonostante le diverse lamentele, nessun gruppo ha fatto un passo indietro, riconfermando la fiducia al sindaco.

La posizione del sindaco Latini

“Pur in presenza di una situazione nazionale e regionale in rapida evoluzione – ha detto il sindaco - lavoriamo con una prospettiva di mandato di altri quattro anni, durante i quali potremo sviluppare, portare a termine e consolidare la programmazione che abbiamo impostato in condivisione con la maggioranza attraverso i documenti votati in consiglio comunale. Lo faremo con un confronto sempre più aperto e positivo tra l’esecutivo e la maggioranza consiliare”. Nel corso della riunione, da parte dei gruppi consiliari e dei consiglieri ci sono state richieste di chiarimenti e interventi di critica costruttiva.Il sindaco ha fornito tutte le spiegazioni di merito e di metodo anche sulle ultime scelte compiute nell’assetto della Giunta, assumendosene personalmente le responsabilità. Al termine i gruppi consiliari hanno confermato la fiducia nel sindaco attraverso la prosecuzione di un rapporto che sia nei fatti improntato a un maggior coinvolgimento, trasparenza e chiarezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento