Cascata delle Marmore, i dubbi del Pd: gli orari di apertura non tornano

Il gruppo dem di Palazzo Spada mette a confronto le richieste nel bando di gara e l’offerta promossa dal gestore sul proprio sito internet. Ecco cosa è stato “scoperto”

“Sugli orari della cascata delle Marmore c’è qualcosa che non torna”. A mettere nero su bianco le incongruenze tra le richieste fissate dal Comune di Terni nel capitolato d’appalto e l’offerta promossa dal gestore del sito naturalistico sul proprio sito web sono i consiglieri del Pd in consiglio comunale, Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis. “Ci sono diversità tra quelli fissati dal capitolato e quelli pubblicizzati dal gestore – dicono i dem di Palazzo Spada - con una offerta turistica che va a restringersi, come se non bastassero i danni che ci sono stati in questi due mesi di gestione diretta da parte del Comune”.

orari cascata-2Filipponi e De Angelis ricostruiscono che secondo il capitolato, per il mese di marzo, era stata prevista una “apertura del parco dalle 10 alle 18 nei giorni feriali, e dalle 10 alle 22 nei giorni festivi” ed inoltre (articolo 4b) “dispone che il servizio di biglietteria dovrà iniziare almeno 15 minuti prima dell’apertura al pubblico al fine di assicurare l’apertura in orario”. “Il sito internet del nuovo gestore – rilevano i consiglieri - nella parte relativa agli orari per il mese di marzo fa riferimento per l’apertura feriale del parco all’orario 11.30 –16.30, al rilascio dell’acqua 12-13 e 15-16, per la biglietteria feriale alla fascia 11.30-13.30 con un’ora di interruzione per poi riprendere dalle 14.30 alle 16.30 e infine per i festivi la biglietteria per il parco dalle 10.30 alle 18.30”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Pertanto – scrivono Filipponi e De Angelis - è evidente uno scostamento tra l’orario previsto nel capitolato e quello offerto dal nuovo gestore, restringendo l’offerta turistica e la possibilità di incasso”. Per questo, i due consiglieri annunciano una interrogazione “per conoscere se questo scostamento orario corrisponde al vero e se comporta un mancato rispetto del capitolato e dell’allegato 1. Inoltre per capire se questa nuova organizzazione oraria ha comportato un minore afflusso di turisti rispetto allo storico degli scorsi anni e quindi minori introiti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento