rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Politica

Palazzina ex Milizia, scatta l’iniziativa politica “progetto annunciato da mesi e fermo al palo. Fare chiarezza”

Interrogazione del Movimento cinque stelle “la scelta di realizzarci un albergo pubblico destinato ai familiari dei degenti ricoverati è la pietra tombale che viene messa con incomprensibile giubilo dai politici locali”

La palazzina dell’ex Milizia torna al centro dell’attenzione della politica locale. Il gruppo consiliare del Movimento cinque stelle ha infatti depositato un’interrogazione volta a fare chiarezza sullo stato del progetto, l’importo necessario per la realizzazione dei lavori e la possibile data di partenza del cantiere.

“L'assemblea della Regione Umbria ha annunciato, mesi fa, che la struttura verrà trasformata in una location per ospitare le famiglie dei ricoverati presso l’ospedale di Terni confermandola come l’unica proposta della giunta regionale per la nuova destinazione d’uso della palazzina in via Campomicciolo” ricordano i pentastellati ternani.  “Dei numerosi investimenti fatti per farne una struttura di ricerca delle cellule staminali la giunta Tesei non ne ha tenuto alcun conto, considerando che spenderà altre importanti risorse pubbliche, si parla di cinque milioni, per realizzare proprio su quell’immobile un dormitorio di dubbia utilità”.

Ulteriore passaggio: “L’assessore regionale Enrico Melasecche dichiarava a mezzo social: “È con particolare soddisfazione – scriveva in un post Facebook - quale assessore della giunta Tesei, che ho portato in approvazione il 31 dicembre scorso la proposta che utilizza 5 milioni di euro di fondi europei, per trasformare finalmente quel volume inanimato su cui in questi due anni abbiamo subito attacchi inverecondi proprio dai responsabili di quelle scelte avventate che crearono le basi del dissesto esploso qualche anno dopo”.

Secondo i pentastellati ternani: “La scelta di realizzarci un albergo pubblico destinato ai familiari dei degenti ricoverati presso l’ospedale, è la pietra tombale che viene messa con incomprensibile giubilo dai politici locali, su un progetto che doveva portare l’eccellenza a Terni sul piano della sanità e che invece vede impegnare ulteriori soldi in maniera sconclusionata verso una struttura centrale obsoleta come l’ospedale. Ad oggi, dopo mesi dagli annunci, non si ha alcuna notizia circa i lavori che dovrebbero interessare la palazzina dell’ex milizia, che resta ferma al palo”.

A seguito delle considerazioni menzionate i consiglieri interrogano sindaco e giunta sullo stato del progetto, chiedendo delucidazioni sullo stato della palazzina, l’importo che verrà impiegato nell’opera di riconversione e quando verrà inaugurato il cantiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzina ex Milizia, scatta l’iniziativa politica “progetto annunciato da mesi e fermo al palo. Fare chiarezza”

TerniToday è in caricamento