rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

L’armata rosa di Laura Penazza si insedia a Palazzo Bazzani: comincia la “nuova” era della Provincia di Terni

Proclamazione ufficiale degli eletti dopo il voto di sabato scorso. Ecco voti e preferenze: sette consiglieri al centrodestra, tre al centrosinistra, nessun eletto tra le fila dei “civici”. Strade e scuole le priorità

Venti dicembre, ore 10.46, comincia la “nuova” era di Palazzo Bazzani sotto la guida di Laura Pernazza. Sindaco di Amelia, ora presidente della Provincia di Terni, è la prima donna presidente e porta in dote la prima volta per il centrodestra.

Questa mattina nella sala Secci l’insediamento ufficiale: Pernazza ha ottenuto 49.148 voti, pari al 55,4%, Giampiero Lattanzi, presidente uscente, ha invece avuto 39.627 voti pari al 44,6%.

Per quanto riguarda il nuovo consiglio provinciale la lista “Provincia Libera”, di centrodestra porta sette consiglieri: Lucia Dominici (11.925 preferenze), Silvia Pelliccia (8.507), Umberto Garbini (7.540), Sergio Armillei (6.820), Monia Santini (6.571), Annalisa Spezzi (5.688), Gianni Daniele (4.328). Voti totali 55.229 (59,1%). La lista “Nuova Provincia Terni” elegge tre consiglieri: Federico Pasculli (6.820), Daniele Longaroni (6.471) e Luciano Conti (5.350). Voti totali 30.824 (33%). Nessun consigliere per la lista “Per la Provincia di Terni”. 

“La vittoria è merito di tutti gli amministratori dei Comuni che hanno contributo ad ottenerla e testimonia che quando il centrodestra è unito, vince”, ha dichiarato Pernazza che ha aggiunto: “Quello di lavorare insieme è un obiettivo importante, tenendo unita tutta la colazione, tutto il Consiglio e anche coloro che non sono stati eletti”.

La nuova presidente ha usato il termine “armata rosa”, per sottolineare la forte presenza della componente femminile, formata da 5 donne fra le consigliere di maggioranza e la presidente stessa.

laura pernazza-6“La Provincia – ha poi sottolineato Pernazza - è un ente che deve crescere e diventare un vero punto di riferimento per tutti i comuni, specialmente i più piccoli. Per questo mi auguro una collaborazione con tutti, anche con il centrosinistra”. La presidente ha ringraziato l’uscente Lattanzi ed ha annunciato la sua visita al prefetto, la prima come nuova rappresentante istituzionale. “Ci attendono grandi sfide e grandi opportunità soprattutto quelle offerte dal Pnrr – ha specificato la presidente – dobbiamo anche utilizzare al meglio le risorse stanziate fino ad oggi alla Provincia”.

“Chiederò un incontro a Giampiero Lattanzi – ha annunciato – e nei primi 100 giorni incontrerò tutti i comuni per conoscerne le criticità, in particolare su strade e scuole. Lavoreremo poi per reintegrare il personale e per fare della Provincia di Terni un ente a servizio dei comuni”. La nuova presidente ha anche fatto cenno alla possibilità di “aumentare i controlli sul territorio in materia ambientale e all’importanza della collaborazione con le Province limitrofe all’Umbria e con quella di Perugia”.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’armata rosa di Laura Penazza si insedia a Palazzo Bazzani: comincia la “nuova” era della Provincia di Terni

TerniToday è in caricamento