Lega contro Cinque stelle, lo scontro continua. Alessandrini: sono diventata il loro incubo

La senatrice del Carroccio punta il dito contro la collega Pavanelli: spia il mio profilo e mi fa insultare dai suoi seguaci perché ho portato alla luce l’incapacità del ministro Azzolina

Valeria Alessandrini, foto d'archivio

Nello scontro che si innescato in queste ore tra Movimento 5 Stelle e Lega entra in scena la senatrice ternana del Carroccio Valeria Alessandrini.

Dopo De Luca contro Pastorelli, il nuovo round si gioca tra l’ex assessore comunale, transitata per Palazzo Cesaroni e poi approdata a Palazzo Madama e la collega pentastellata, Emma Pavanelli. “Spia il mio profilo e mi attacca – accusa Alessandrini - cercando di giustificare le scelleratezze del suo governo che chiude le discoteche e apre i porti, facendomi insultare dai suoi seguaci (pochi in realtà)”.

Ma la querelle non finisce qui. Perché, senza mai citarlo, Alessandrini mette nel mirino lo stesso De Luca che, in una nota, l’aveva tirata in ballo relativamente alla questione migranti.

“Il consigliere regionale grillino, già al suo terzo mandato e fedele alleato del Pd, mi attacca perché ancora dopo tutti questi anni passati a fare politica non ha capito la differenza tra gli immigrati che scappano dalla guerra e dalla fame e che abbiamo il dovere di accogliere e chi, invece, arriva in Italia solo per delinquere e vivere a spese degli italiani”.

“Sono diventata l’incubo del Movimento 5 Stelle – dice Alessandrini - Sarà forse perché in questi mesi ho portato alla luce, insieme al partito della Lega, tutta l’incapacità del loro ministro Azzolina? Bene, vuol dire che sono sulla strada giusta. Non mollo di un centimetro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento