“Signora Marini”, la presidente risponde a Salvini: forse avrò tempo anche di conoscere il sesto ministro dell’interno

L’affondo del vicepremier: sarà la prossima a fare le valige. La governatrice: cosa mi attende, un carro bestiame? Polemica anche dall’assessore regionale alla sanità

Signore e signori. È polemica social tra il vicepremier e ministro dell’interno, Matteo Salvini, e la giunta regionale dell’Umbria.

Alle accuse lanciate questa mattina da Matteo Salvini da Terni, risponde prima la presidente dell’Umbria, Catiuscia Marini, e poi – a stretto giro di posta – anche l’assessore regionale alla sanità.

Parlando delle prossime sfide elettorali, Salvini ha apostrofato Marini chiamandola “signora” e dicendo che la governatrice sta “preparando le valige”

“La signora Marini, la prossima a fare le valigie... Certo, inquietante detto da un ‘signore’ che pro tempore fa il ministro dell’Interno – scrive sul suo profilo facebook Marini - Cosa mi attende un treno speciale, un carro bestiame, un lager? Comunque, in 9 anni di presidenza di Regione ho conosciuto 5 signori ministri dell’Interno, forse avrò tempo anche per il sesto...”.

E mentre Marini componeva la sua replica social, si metteva al lavoro anche l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini. “Oggi il prode ministro Salvini, in visita a Terni, ha parlato di una sanità umbra che ‘invece di andare avanti va indietro’. Peccato che, giusto qualche settimana fa, sia stato proprio il suo Governo a certificare che la sanità umbra è tra le migliori d’Italia, addirittura avanti a Regioni come Lombardia e Veneto, molto care e molto vicine al ministro Salvini. E questa non è certo una novità, visto che l’Umbria è da anni punto di riferimento in Italia per qualità ed efficacia delle prestazioni sanitarie e della loro sostenibilità finanziaria. Anzi, nel 2019 siamo addirittura al secondo posto nella classifica, stilata dall’attuale ministero della Salute, delle 5 Regioni ritenute idonee ad essere ‘benchmark’, cioè di riferimento per il riparto del Fondo sanitario nazionale per l’anno in corso. E sapete come siamo riusciti ad ottenere risultati così importanti, pur essendo una piccola regione? Grazie a un grande lavoro di squadra, grazie a una buona amministrazione e soprattutto grazie al lavoro, alla professionalità e alla passione degli operatori della sanità regionale, ogni giorno in prima linea al servizio dei cittadini per garantire buona sanità. Quindi, CARO MINISTRO, prima di sparare a zero su tutto e tutti e PRIMA DI DENIGRARE IL LAVORO dei professionisti e degli operatori della SANITÀ UMBRA, S'INFORMI, studi, approfondisca e POI, SEMMAI, PARLI. Un saluto e un ‘abbraccione’ dalla buona sanità umbra!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento