rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Il “Magnificat” e la laicità, dibattito su religione e politica

Incontro alla libreria Feltrinelli organizzato da Azione cattolica, Terni Valley, Terni città futura e Cittadini liberi. Borrelli: confronto e dialogo sono strumenti primari per arricchire il dibattito

Sabato, presso la libreria Feltrinelli, si è tenuto un incontro organizzato da Azione cattolica diocesana, Terni Valley, Cittadini liberi e Terni città futura, moderato da Giorgio Armillei, dal titolo “Del rovesciare i potenti dai troni - Un dialogo su religione e spazio pubblico”. Hanno introdotto la teologa Emanuela Buccioni e Daniela Pimponi. La prima ha svolto una attenta esegesi del testo biblico “Magnificat”, ponendo l’attenzione su come questo canto sia un inno alla libertà delle donne e contenga parole di emancipazione. Daniela Pimponi ha espresso le sue riflessioni su come, secondo lei, il messaggio del testo è stato frainteso nel corso del tempo e la Chiesa ha di fatto creato una cultura discriminatoria nei confronti delle donne.

Si è parlato, quindi, del ruolo pubblico della religione e di quale significato riveste nella società l’impegno dei credenti. Sono intervenuti Alexander Borrelli, vicepresidente di Terni Valley e Marco Sciarrini, presidente di Cittadini Liberi. Il primo ha passato in rassegna gli aspetti giuridici relativi alla laicità e al pluralismo religioso, esponendo i riferimenti e la giurisprudenza costituzionali e sovranazionali, in particolare, evidenziando che il concetto di laicità corrisponde a garanzia di pluralismo e tolleranza e non si limita al separatismo tra Stato e Chiesa. Marco Sciarrini, presidente di Cittadini liberi, ha esplorato le questioni geopolitiche sul tema.

Presenti molte persone, tra cui il consigliere comunale Alessandro Gentiletti che è intervenuto per rimarcare l’importanza che i credenti si riapproprino degli spazi pubblici anche al fine di impedire la strumentalizzazione che alcuni partiti fanno della religione. Il consigliere ha dichiarato che contro queste nuove forme di paganesimo i cristiani sono invitati a scendere in campo.

Luca Diotallevi ha concluso gli interventi, portando i saluti dell’Azione cattolica e invitando tutti a proseguire nel dialogo, proponendo una serie di incontri e ponendo l’attenzione su come credenti e non credenti debbano collaborare per il benessere della società.

 “La nostra associazione è da sempre impegnata in prima linea e si fa promotrice di eventi come quello organizzato alla Feltrinelli perché riteniamo essenziale stimolare il confronto e il dialogo, strumenti primari per arricchire il dibattito pubblico della comunità locale che vive tempi difficili”, commenta Alexander Borrelli, vicepresidente di Terni Valley.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il “Magnificat” e la laicità, dibattito su religione e politica

TerniToday è in caricamento