rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Politica

Test antidroga per i politici umbri, gli uffici danno parere negativo all'emendamento 5 Stelle: la motivazione

Gli uffici regionali, valutate le normative e le leggi, ha dato parere negativo alla proposta di test antidroga per consiglieri regionali, comunali e assessori che ne facciano richiesta. L'emendamento proposto dal Movimento 5 Stelle era stato inserito nella discussione sulla legge regionale per la lotta alla droga. 

“L'istruttoria ha stroncato la proposta perché, in sostanza, viene considerata lesiva della privacy e al tempo stesso discriminatoria" ha annunciato Thomas De Luca "Nonostante l'iniziativa, è bene ribadirlo, sia su base del tutto volontaria, quindi lasciando piena facoltà al politico di sottoscrivere tutte le liberatorie del caso e se dichiarare o meno il risultato del test. È moralmente accettabile che in Umbria la politica di contrasto alle dipendenze sia basata sulla retorica dei cani poliziotto nelle scuole, che sia pienamente legittimo sbattere in prima pagina un ragazzo quando viene trovato con uno spinello, ma coloro che fanno le leggi si rifiutino di sottoporsi volontariamente ad un test antidroga?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test antidroga per i politici umbri, gli uffici danno parere negativo all'emendamento 5 Stelle: la motivazione

TerniToday è in caricamento