Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Trasporto scolastico, disagi per famiglie e studenti: “Potenziali situazioni che favoriscono il contagio da Coronavirus”

Il Movimento Cinque Stelle presenta un’interrogazione orale, a carattere di urgenza, sottoponendo a sindaco e giunta alcuni quesiti

Poco meno di un mese è trascorso dall’inizio dell’attività didattica 2021/2022. Come è noto la scuola è ripartita in presenza, conformandosi a tutti i protocolli necessari per il contenimento del contagio da Coronavirus. Tuttavia, per ciò che concerne il trasporto scolastico locale, si sono verificati alcuni disagi come vi abbiamo raccontato, nelle scorse settimane. Nella fattispecie a Collestatte, Torre Orsina e San Liberatore dove è stato raddoppiato il servizio di scuolabus per contemperare alle esigenze richieste, come annunciato dall’assessore alla scuola Cinzia Fabrizi lo scorso 5 ottobre. I consiglieri del Movimento Cinque Stelle, mediante un’interrogazione urgente, sottopongono alcuni quesiti a sindaco e giunta. Nella fattispecie i pentastellati ricordano come: “Lo scorso 9 agosto è stato aggiudicato il bando per il trasporto pubblico scolastico alla società Cmt. Lo stesso è stato fin dall’inizio oggetto di critiche proprio per il taglio della cifra a disposizione (indicativamente intorno al 30%). Un quadro che ha costretto la cooperativa a riorganizzare il servizio”.

I consiglieri, a riguardo, chiedono a sindaco e giunta: “Quanti sono ad oggi gli scuolabus tagliati relativamente al trasporto scolastico, rispetto allo scorso anno e quali scuole sono interessate a questo taglio”. Inoltre: “Quanti gli scuolabus che attualmente forniscono servizio su più scuole poiché, in caso di riscontro di bambini contagiati, potrebbero comportare una quarantena che interesserebbe diverse scuole”. Infine: “Se si abbia riscontro di scuolabus che viaggiano con capienza superiore all’80%”.

Rischio contagio

Altra problematica evidenziata dai pentastellati ternani è quella relativa al rischio contagio da Coronavirus: “Per quanto riguarda lo scuolabus dell’area Valnerina, a seguito della positività riscontrata in un alunno e nei successivi controlli in altri cinque, sono finite in quarantena quattro classi. Considerando la frequente probabilità di contagio tra bambini in uno scuolabus al limite della capienza. Inoltre che un unico caso potrebbe comportare la quarantena per diversi plessi scolastici, appare non del tutto oculata la scelta del taglio dei mezzi di trasporto scolastico, in un periodo in cui bisognerebbe comunque limitare al massimo le occasioni di contagio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto scolastico, disagi per famiglie e studenti: “Potenziali situazioni che favoriscono il contagio da Coronavirus”

TerniToday è in caricamento