Palasport di Terni, un nuovo capitolo da scrivere: domani attese novità

Dalle dimissioni rassegnate da due membri della commissione fino al presunto coinvolgimento dell'imprenditore Stefano Cecere

palasport

Un’interrogazione per fare luce sull’ormai nota vicenda legata al Palasport. Nella giornata di domani il capogruppo Pd Francesco Filipponi la presenterà in comune per “Sapere se le ricostruzioni giornalistiche su quanto avvenuto in questi ultimi giorni in Comune in merito al Palasport siano veritiere. Ci ritroviamo, infatti, di fronte ad articoli che descrivono scenari a dir poco allarmanti” aveva dichiarato nel pomeriggio di venerdì 1 marzo. Al momento la situazione è piuttosto complessa: in primo luogo le dimissioni che avrebbero rassegnato Alessia Almadori ed Andrea Zaccone, membri della commissione aggiudicante per la realizzazione del palasport. Successivamente lo stesso Filipponi aveva pubblicato un documento, attraverso la propria pagina facebook, all’interno del quale evidenziava di una proposta relativa alla possibile realizzazione del palasport sì ma in zona ex polveriera. La risposta data da un assessore che non è quello ai lavori pubblici che segue il progetto già avviato, è di questo tenore “Un vero collegamento tra il centro cittadino e la periferia”. Tutto ciò a gara aperta per il palasport ribadisco zona stadio e non curanti della possibile turbativa”.

fracesci-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine le indiscrezioni trapelate sul presunto coinvolgimento dell’imprenditore Stefano Cecere in un possibile studio preliminare di fattibilità riguardante la futura struttura. Il progetto attuale prevede un investimento di oltre 16 milioni, di questi 13 a carico del soggetto privato Salc ed i restanti al comune di Terni (circa 3,5 mln ndr). La situazione è letteralmente bloccata per il complesso che dovrebbe sorgere al Foro Boario, accanto allo stadio Liberati. Domani, probabilmente, si potranno avere maggiori delucidazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento