Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Ternana, i rossoverdi ripartono in sicurezza: negativi i test sierologici per staff e squadra

Dopo il ritorno in città i rossoverdi si erano ritrovati in una struttura adibita del centro cittadino per effettuare i test sierologici

Un buon presupposto per potersi cimentare nella cosiddetta ‘Fase due’. Squadra e staff della Ternana, nel primo pomeriggio di martedì, si erano sottoposti ai test sierologici in una struttura adibita del centro cittadino. L’esito è negativo e propedeutico per progettare la ripartenza. Stamattina infatti le Fere hanno iniziato a svolgere le prime sedute, seppur facoltative, individuali: dopo ben settantadue giorni di stop il ritorno allo stadio Libero Liberati. Gli allenamenti, a porte chiuse, potrebbero anticipare ciò che si auspicano in via della Bardesca. Seguendo infatti tutti i protocolli sanitari il club è fortemente motivato a riprendere la stagione e far sì che il criterio del ‘merito sportivo’ si applichi in campo.

La lettera di Gravina ai club

Il prossimo 28 maggio si terrà una riunione decisiva per capire se ci sono o meno i presupposti di ripartenza. Nel contempo il presidente Gravina, attraverso il sito della FIGC, ha pubblicato una lettera ai club di terza serie. La decisione di sovvertire le proposte dei presidenti, una su tutte chiusura anticipata della stagione, ha naturalmente provocato una lacerazione estremamente significativa. Gli scenari sono anticipati dallo stesso Gravina:

“Il percorso che abbiamo tracciato – afferma il presidente  - prevede la ripresa regolare del campionato solo se nelle prossime settimane i protocolli sanitari divenissero pienamente applicabili anche in Lega Pro. In caso contrario, se non si potesse ricominciare con il calendario ordinario individueremo un nuovo format per far disputare in sicurezza, più avanti nel tempo, sia play off che play out, affinché siano i risultati del campo a determinare le promozioni e le retrocessioni. Solo in ultima istanza – chiarisce -  in caso di definitiva interruzione, abbiamo deciso che la definizione della classifica potrà avvenire anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni”.

Ulteriore precisazione: dopo il 28 maggio la palla passerà di nuovo al Consiglio Federale. In quel frangente la situazione sarà piuttosto fluida e si potranno chiarire tutti gli scenari per la stagione corrente e quella ventura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, i rossoverdi ripartono in sicurezza: negativi i test sierologici per staff e squadra

TerniToday è in caricamento