rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Altro Piediluco

Meeting nazionale di canottaggio e Memorial D’Aloja, in migliaia sulle acque di Piediluco

Il centro nautico invaso da atleti e appassionati, la soddisfazione del Circolo canottieri che annuncia: raggiunto un accordo anche con la nazionale olandese

Il Centro nautico D’Aloja è stato letteralmente invaso sia per il primo meeting nazionale canottaggio che per il Memorial d’Aloja. Per il meeting, gli atleti in gara sono stati 1.463 con 619 equipaggi e cento società presenti per 899 iscritti. Nel primo weekend, circa settemila presenti nelle due giornate. Per la 38esima edizione del D’Aloja, 51 società iscritte, 600 atleti circa in gara, 3.207 equipaggi e 29 nazioni rappresentate. Nel secondo weekend, tremila presenti nelle due giornate. Numeri da sogno per il Circolo canottieri Piediluco che, con solerzia e dedizione insieme al suo direttivo e a tutti i volontari, hanno organizzato nei minimi dettagli i due importanti avvenimenti insieme alla Federazione italiana canottaggio.

Quest’anno, grazie alla preside dell’istituto Casagrande, Marina Marini, è stato possibile avere a disposizione anche gli allievi dell’istituto sia per le premiazioni che per l’aiuto ai pontili. “Una sinergia e un binomio perfetto – spiega una nota diffusa dal Circolo - e un’organizzazione eccezionale grazie anche al contributo dei docenti accompagnatori”. Il Circolo canottieri Piediluco non ha lasciato nulla al caso e ha curato i minimi dettagli anche nei particolari.

Al centro nautico, intanto, il CcP continuerà a lavorare per incentivare la scuola di canottaggio con la promozione nelle scuole. Assistenza a tutti i soci per migliorare la qualità dei servizi del circolo in attesa della fine degli appuntamenti in calendario a maggio per poi rivestire la massima attenzione per l’inizio dei lavori del Pnrr.

Per concludere, il Circolo canottieri Piediluco “annuncia con grande orgoglio l’accordo con la nazionale olandese per una sessione di allenamenti sul lago di Piediluco. Dopo la squadra rumena ormai di casa, anche gli orange scelgono il meraviglioso bacino lacustre ternano. Ottimo campo di gara, strutture efficienti, vento assente, splendida accoglienza e paesaggio inconfondibile sono gli ingredienti essenziali per la scelta naturalistica di Piediluco”.

Prossimo appuntamento, 11 e 12 maggio per il secondo Meeting nazionale di canottaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meeting nazionale di canottaggio e Memorial D’Aloja, in migliaia sulle acque di Piediluco

TerniToday è in caricamento