Europei di Scherma, Bebe Vio trionfa al Palazzetto Aldo De Santis

Gli azzurri conquistano tre medaglie nella giornata odierna

E' il grande giorno di Bebe Vio al Palatennistavolo Aldo De Santis. La campionessa di fioretto conquista la medaglia d'oro, trionfando nella Categoria B. Il medagliere tricolore si arricchisce della medaglia d'argento di Andreea Mogos ed il bronzo di Edoardo Giordan. Complessivamente cinque quelle ottenute in appena due giorni dai portacolori azzurri, due di queste dal metallo più pregiato

La giornata odierna 

Fari puntati sul fioretto femminile categoria A e B, sciabola maschile categoria A e spada maschile categoria B nella giornata odierna. In grandissima evidenza Andreea Mogos la quale si impone in tutti i match del proprio girone, compreso il derby ai quarti con Loredana Trigilia e approda in finale grazie al successo ottenuto contro la russa Alena Evdokimova per 15-6. Ad attenderla c'è l’ungherese Eva Andrea Hajmasi. Assalto molto nervoso con tante partenze anticipate dall'una e dall'altra parte. Dal vantaggio iniziare fino alla rimonta decisiva (13-15 il finale ndr). Si ferma invece nella fase a gironi Sara Bortoletto. Nella sciabola maschile categoria A Edoardo Giordan conquista la medaglia di bronzo. A fermare la sua avanzata è l’ungherese Richard Osvath che ha sconfitto l’azzurro in semifinale per 15-8. Nel suo percorso verso il podio, Giordan ha dapprima vinto tutti gli assalti del proprio girone. Successivamente in sequenza superato agli ottavi il polacco Rafal Treter per 15-10 ed ai quarti, il britannico Pier Gilliver col punteggio di 15-13. Si è fermato invece agli ottavi Alberto Pellegrini superato 15-8 dal tedesco Maurice Schmidt. In precedenza, nel primo assalto di giornata, Pellegrini aveva vinto il derby contro Pietro Miele per 15-11. Era invece uscito di scena dopo la fase a gironi Alberto Morelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bebe Vio e la medaglia d'oro

Tra le protagoniste più attese c'è Bebe Vio, una beniamina dei tanti presenti alla manifestazione continentale. Dapprima si impone ai quarti contro la Vasileva (15-8). Successivamente, in semifinale è la volta della Makrytskaya battuta 15-7. Infine il capolavoro nella finale dominata contro la Mishurova che raccoglie appena una stoccata (15-1). A premiarla sul palco, in rappresentanza del presidente FIS Giorgio Scarso seduto in platea accanto al presidente del CIP Luca Pancalli, il campione del mondo del Circolo Scherma Terni, Alessio Foconi. Tutto di fronte al tifo appassionato e bollente del Pala De Santis, cattedrale del tennistavolo per l'occasione trasformata in tempio della scherma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento