Moto Gp nel caos, il Coronavirus fa saltare i primi gran premi: partenza rinviata per Danilo Petrucci

Il pilota della Ducati non debutterà, alla pari dei suoi colleghi, nel gran premio previsto per domenica 8 marzo

foto Ducati

Bandiera a scacchi con un mese di ritardo per la Moto Gp in virtù della duplice decisione di non far disputare, a causa dell’allerta legata al Coronavirus, dapprima il gran premio del Qatar e successivamente quello della Thailandia: “Dobbiamo prima concentrarci sulla pandemia e rimandare la gara fino a nuovo avviso - ha affermato il vicepremier e ministro della sanità thailandese Anutin Charnvirakul - È nell'interesse del paese e dei partecipanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le due corse ed il nuovo calendario

Il gran premio del Qatar, previsto sul circuito di Losail, era stato programmato per domenica 8 marzo. Correranno le classi minori ossia la Moto 2 e la Moto 3 perché i team sono già presenti in loco. Non si conosce ancora la data del recupero così come per la seconda prova prevista del mondiale in Thailandia. A questo punto Danilo Petrucci e tutti dovrebbero debuttare il 5 aprile negli Stati Uniti. Ma naturalmente potrebbero esserci sviluppi ed evoluzioni in tal senso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento