I fratelli Felici al campionato mondiale di IronMan 70.3, l'Onda Nera vola in Sudafrica

Due giovani di 29 e 26 anni, laureati in odontoiatria, appassionati di sport che, da quattro anni a questa parte, hanno dedicato al triathlon ore ed ore di allenamento, con umiltà e determinazione

I fartelli Felici

L’appuntamento è uno di quelli che vale una vita di emozioni sportive: il Campionato del Mondo IronMan 70.3. L'appuntamento è per domani, domenica 2 settembre nella Nelson Mandela Bay di Port Elizabeth, in Sudafrica.

Tra i migliori triatleti pronti a darsi battaglia domani nei 1900 metri di nuoto, i 90 km di bicicletta ed i 21 di corsa, ci saranno anche i due fratelli del Terni Triathlon Lorenzo ed Edoardo Felici, i due draghi dell’Onda Nera che si sono conquistati l’accesso alla finale nella gara di Dubai, portandosi a casa rispettivamente il primo ed il secondo posto di categoria, bissando poi lo splendido risultato in Italia, a Pescara. E così, tra i mille colori di una gara dalle mille emozioni, sventolerà anche il drago rossoverde della nostra città. Un traguardo prestigioso per i due giovani ternani, che li metterà a confronto con i migliori triatleti del mondo.

Due giovani di 29 e 26 anni, laureati in odontoiatria, appassionati di sport che, da quattro anni a questa parte, hanno dedicato al triathlon ore ed ore di allenamento, con umiltà e determinazione. Nessun contratto faraonico, nessuno sponsor ma tanta passione e la voglia di non mollare mai, anche quando la fatica ti blocca i muscoli e le ore di gara si fanno tante. “Vogliamo divertirci e battere il nostro record: siamo motivati ed è davvero emozionante confrontarci con gli atleti più forti del mondo”, hanno detto Lorenzo ed Edoardo, consapevoli di vivere un’esperienza unica.

Una sfida dura che li impegnerà per ore. Prima tra le onde dell’Oceano, poi lungo le ventose strade di Port Elizabeth e infine per una mezza maratona che li porterà al traguardo. “Vedere due nostri atleti al Campionato del Mondo è una soddisfazione unica”, ha aggiunto Fabrizio Castellani, vicepresidente del Terni Triathlon . “Se mi guardo indietro e ripenso a tutta la strada percorsa in questi soli cinque anni di attività, stento a credere a tutti i traguardi raggiunti: la crescita della società e l’affermazione come una delle squadre agonistiche più grandi d’Italia, i successi sportivi, le gare organizzate, la scuola triathlon, le vittorie dei nostri draghetti, ma soprattutto il successo più grande: lo spirito di grande amicizia e condivisione che è il vero motore dell’Onda Nera. Lorenzo ed Edoardo fanno parte di questa nostra grande e unita famiglia e siamo davvero fieri di vedere i nostri body lungo le strade di Port Elizabeth". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento