menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ternana-Catania, le pagelle del match tra rossoverdi e rossazzurri

Il match si è disputato allo stadio Libero Liberati di Terni con inizio alle 15. Due autoreti e la marcatura di Paghera consegnano alle Fere tre punti preziosissimi

Le pagelle di Ternana-Catania 3-2

TERNANA

Iannarilli 6,5 almeno due parate determinanti a sigillare la propria porta; quella su Di Molfetta è di coefficiente altissimo a livello di difficoltà

Parodi 6 uno stantuffo inesauribile sul versante destro, nel finale è però in ritardo sulla schiacciata di Matteo Di Piazza

Suagher 6 giganteggia sulle palle vacanti ed è diligente fino alla disattenzione – in compartecipazione con Parodi – che permette ai siciliani di tornare in partita

Bergamelli 6,5 apporta sicurezza al reparto, efficace nelle letture e nelle coperture

Mammarella 6 errore piuttosto evidente sul vantaggio etneo: buca letteralmente l’intervento e spalanca le porte a Calapai che scende ed appoggia a Mazzarani; riscatta la sbavatura con il traversone depositato in rete da Biondi

Paghera 6,5 corona al meglio l’azione più bella di inizio campionato firmando un raddoppio d’autore, esce esausto tra gli applausi scroscianti del Libero Liberati (20’st Damian 6 entra in una fase delicata della contesa e sfiora la marcatura con un sinistro radente ben parato da Jacopo Furlan)

Palumbo 6 sorpreso dall’inserimento di Mazzarani, all’inizio ne patisce fantasia ed agilità nella fase di opposizione e copertura. Successivamente gli prende le misure ed impone la sua legge in mediana prima di farsi cacciare nei minuti di recupero per doppio giallo

Salzano 7 qualità, pressing, dedizione: da una sua intuizione scaturisce il secondo gol di Paghera

Furlan 7,5 una scheggia impazzita: quando si accende Biondi accende la spia rossa ed è costretto ad arrancare. Devastante anche nell’assistenza. Assist a Paghera e traversone spedito in porta da Mbende (26’st Celli sv)

Partipilo 6,5 contribuisce al pomeriggio da incubo della difesa rossazzurra con accelerazioni che mandano in tilt il controllore diretto (31’st Marilungo sv)

Ferrante 6 un centravanti si giudica (anche) dalle reti segnate. La gara del classe 1995 è condizionata da due evidenti occasioni fallite ma anche tanto lavoro sporco andando a lavorare sulla profondità dell’offensiva rossoverde (31’st Vantaggiato sv)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento